domenica, 20 aprile 2014
Login

Rifugio Gattascosa

Tschawiner See

0
0
Autore
Scheda
Data del rilievo: 
18/07/2010
Foto: 
Il Monte Leone si riflette nel piu' grosso dei laghi Tschawiner
Tipologia Percorso: 
Circolare
Difficoltà: 
E
Periodo Consigliato: 
luglio, agosto, settembre
Tempo Complessivo: 
6h00'
Dislivello: 
750 m

Introduzione

Le valli Ossolane viste dal fondovalle sembrano aspre e rudi, ma quando si sale in quota regalano panorami eccezionali e
scorci impagabili. Si arriva alla partenza dell’itinerario proposto oggi dopo svariati km di strada stretta in un fondovalle angusto, ma appena ci si porta in alto, gli orizzonti si allargano, i pendii si addolciscono, spuntano deliziosi laghetti.

Pizzo Pioltone

0
0
sottotitolo: 
Camoscellahorn
Autore
Autore: 
Giancarlo Beretta
Scheda
Segnavia: 

[D8], [D0] ove visibili

Data del rilievo: 
07/01/2010
Foto: 
Omino di vetta ©2010 Giancarlo Beretta
Tipologia Percorso: 
Circolare
Difficoltà: 
WT4
Attrezzatura: 
Racchette da neve, ARVA, sondino e pala
Periodo Consigliato: 
dicembre, gennaio, febbraio, marzo
Tempo Complessivo: 
5h15'
Dislivello: 
1095 m
Distanza percorsa: 
13,10 km

Introduzione

Il Pizzo Pioltone si trova al confine con la Svizzera e separa la valle di Bognanco dalla Laggintal, nella zona del Sempione, ed il panorama offre una bella vista d’insieme dei 4000 della valle di Saas, con i più vicini Weissmeis e Lagginhorn, delle alte cime del Sempione che sono adiacenti e a nord-est degli altri 4000 dell’Oberland. Questo giro ad anello è, dal momento dell’abbandono della traccia battuta, impegnativo e faticoso con la risalita del versante ovest del Pizzo Pioltone che deve essere considerata al momento valutando le condizioni della neve e delle roccette da attraversare che sono mobili e spesso ghiacciate. Bisogna prestare attenzione inoltre all’inclinazione dei pendii superiori il cui manto nevoso è spesso rimaneggiato dall’azione del vento e comunque da affrontare con neve ben assestata. Il resto del percorso si svolge su percorso quasi sempre ben battuto e ci porta ad esplorare l’alta valle di Bognanco passando per begli alpeggi e i due rifugi della zona: Il Dosso ed il Gattascosa.

Passo di Monscera

0
0
Autore
Autore: 
Giancarlo Beretta
Scheda
Segnavia: 

[D8], [D0] ove visibili

Data del rilievo: 
07/01/2010
Foto: 
Ometto al colle di monscera ©2010 Giancarlo Beretta
Tipologia Percorso: 
Circolare
Difficoltà: 
WT3
Periodo Consigliato: 
dicembre, gennaio, febbraio, marzo
Tempo Complessivo: 
3h00'
Dislivello: 
468 m
Distanza percorsa: 
11,20 km

Introduzione

Classico e facile giro ad anello, adatto anche ai principianti, che permette di visitare il lembo estremo della valle di Bognanco sino al confine svizzero: il percorso si svolge su percorso quasi sempre ben battuto e ci porta ad esplorare l’alta valle di Bognanco passando per begli alpeggi e due rifugi. Arrivati al colle si ha dinnanzi lo spettacolo dei massicci del Fletschorn, del Lagginhorn e della Weissmeis, mentre più a destra si vede il massiccio del Monte Leone.