Massa del Turlo

Bild des Benutzers maria grazia s
maria grazia s
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Quota di partenza: 
1 219 m
Quota di arrivo: 
1 959 m
Dislivello: 
740 m
Tempo di salita o complessivo*: 
2h30'
Tempo di discesa: 
1h15'

Descrizione

Lasciata l'auto (1219m), incamminarsi lungo il sentiero [640], che si stacca a sinistra sotto la chiesa; intorno, molte case ristrutturate, con i tetti aguzzi ora in lamiera, in passato in paglia, com'erano in Valsessera, nel Biellese. All'alpe Piane, oltre al rifugio Camosci, c'è il rifugio Gerini, entrambe aperti nel periodo estivo. Il percorso attraversa i bei pascoli e si dirige verso nord est. La vetta è visibile già dalle Piane; il dislivello non è tantissimo, ma lo spostamento sì, sono circa 4 chilometri. Si entra in un bel boschetto di faggi, ne usciamo, percorriamo una parte prativa, tra faggi sparsi e betulle, poi il sentiero fa un lunghissimo mezzacosta sul lato della val Bagnola, fin sotto il monte Ventolaro, la prima cima, che si raggiunge con qualche giravolta; si percorrono 400 metri di dislivello, circa un'ora e 20 minuti dalla partenza. L'itinerario perde leggermente quota, ma si mantiene d'ora in poi in cresta, sulla spalla panoramica. Dopo un tratto quasi pianeggiante, si riprende a salire dolcemente, si arriva ad una spalla successiva dalla quale si vede la croce, si prosegue a destra, aggirando una quota rocciosa, si ridiscende leggermente dietro, altro percorso che sale dolcemente, e poi il tratto finale, non ripido; a sinistra della punta, su di un piccolo ripiano, nel 2003, sono state collocati un bel tavolo in pietra con due panche; da lì, in pochi passi si è alla croce, posizionata una ventina di anni fa (1959m, 2h30').
Discesa per lo stesso itinerario di salita.

Autore

Cartografia

  • Monte Rosa Alagna e Macugnaga, Carta dei sentieri e dei rifugi, foglio 10, scala 1:50.000, Istituto Geografico Centrale, Torino
  • IGM, Foglio 30, Sabbia, I S.O., scala 1:25.000