Moncucco

Bild des Benutzers giancarloberetta
giancarloberetta
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
17/12/2009
Difficoltà: 
WT2
Quota di partenza: 
1 089 m
Quota di arrivo: 
1 916 m
Dislivello: 
842 m
Lunghezza*: 
7.70 km
Tempo di salita o complessivo*: 
2h15'
Tempo di discesa: 
1h15'

Introduzione

Escursione molto gettonata dagli scialpinisti ma ben fattibile anche con le ciaspole che si sviluppa ai margini del comprensorio sciistico di Domobianca all’Alpe Lusentino. La meta è una vetta molto panoramica che domina la sottostante piana di Villadossola e Domodossola ed offre viste spettacolari sulle alpi dal Rosa, ai vicini 4000 svizzeri, per poi perdersi a 360° su tutta la catena alpina. Le poche difficoltà si incontrano nella prima parte della discesa che, essendo ripida, è consigliabile farla con la dovuta prudenza mentre per il resto il percorso ci fa camminare tranquillamente tra panoramici alpeggi e radi boschi di faggi e betulle.

Descrizione

Dal parcheggio si passa a sinistra della partenza della seggiovia e, salendo per una stradina, si raggiungono le baite dell’alpe Foppiano situate poco sopra; passando in mezzo alle case si seguono gli alberi con i rettangoli gialli posti sul tronco e si risale il primo tratto di rado bosco seguendo grosso modo il percorso della seggiovia. Giunti al pianoro dell’alpe Torcelli (1467m), nei pressi del quale arriva il primo troncone della seggiovia, ci si tiene sempre sulla sinistra, si costeggia una pista di sci e si rientra nel bosco compiendo un traverso a sinistra che si stacca dai piloni degli impianti; il tracciato rimonta la fiancata boschiva con alcuni tornanti e brevi tratti un po’ ripidi e giunge alle numerose baite della molto panoramica alpe Casalavera (1600m) dove, nei pressi, giunge il secondo troncone della seggiovia e da cui si può vedere la meta dell’escursione con la cresta da seguire. Dirigendosi direttamente all’inizio della dorsale si passa accanto ad una palina segnaletica situata vicino ad una costruzione e, spostandosi a sinistra, si inizia la sua risalita; da qui in poi la pendenza aumenterà sensibilmente e, zigzagando con qualche traverso un po’ esposto, si raggiunge il ripetitore posto sull’anticima (1829m). Da qui, sempre sulla ripida dorsale, si raggiunge la vicina vetta sormontata da una grande croce metallica.

Informazioni generali

Via:
Segnavia:
Tipologia percorso:
Periodo consigliato:
Esposizione al sole:
Pericolo Oggettivo:
Tratti esposti:
Attrezzatura utile:
Acqua:

Riferimenti bibliografici

  • Domodossola e Val Formazza, Foglio 11, scala 1:50.000, Istituto Geografico Centrale

Accesso stradale

Galleria fotografica

Moncucco: ci siamo stati!

#ciaspolare in Val d'Ossola: relazioni itinerari

  • Monte Ziccher

    12/02/2012
    Bild des Benutzers giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Cima Lariè

    20/11/2011
    Bild des Benutzers giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Crampiolo

    13/02/2010
    Bild des Benutzers massimo
    massimo
  • La Cima

    16/01/2010
    Bild des Benutzers giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Passo di Monscera

    7/01/2010
    Bild des Benutzers giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Moncucco

    17/12/2009
    Bild des Benutzers giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Monte del Sangiatto

    Bild des Benutzers giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Aleccio

    15/02/2009
    Bild des Benutzers giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Deccia

    Bild des Benutzers giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Rifugio Margaroli

    18/01/2009
    Bild des Benutzers giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Monte Trubbio

    Bild des Benutzers giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Monte Cazzola

    Bild des Benutzers giancarloberetta
    giancarloberetta

Seiten

Domodossola: per saperne di più...