Dal Santuario di Montallegro a Chiavari

Bild des Benutzers locontim
locontim
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
20/03/2011
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
612 m
Quota di arrivo: 
0 m
Dislivello: 
210 m
Lunghezza*: 
10.92 km
Tempo di salita o complessivo*: 
3h00'

Introduzione

Bel percorso poco faticoso e quasi tutto in discesa, ma comunque classificabile come media difficoltà vista la tipologia del sentiero. I panorami sono amplissimi e valgono la gita…

Descrizione

Con la funivia (5,5 E. corsa singola, marzo 2011), si sale a quota 600 in 7’ (in alternativa quasi 2h di cammino seguendo le due croce rosse, difficoltà medio bassa, partenza dalla zona di via Don Minzoni). Una volta scesi, si vede in lontananza sulla sinistra il rifugio Margherita, sul monte Pegge. Dal Santuario, invece, c’è uno stupendo panorama verso Rapallo, Santa Margherita e Portofino. Dietro l’edificio, ci sono vari sentieri: si piega a destra sui due quadrati rossi vuoti e sul viale Mons G. Leone Ceria, sfiorando l’albergo ristorante il Pellegrino. Dopo 40’, si abbandona il rombo rosso, che scende a Rapallo, e si passa sul versante Nord (il bivio non è proprio evidentissimo…). Si nota la neve sull’Aiona e, con altri 30’, si giunge al pilone votivo della località La Colla a 525 mt. Poco dopo il passo monte Anchetta, a 474 m (altri 30’ circa), si può fare la pausa pranzo; nei pressi c’è un caratteristico ristorante, il Galletto, dove prendere il caffè (o addirittura fare il pasto completo). Successivamente, la discesa si fa più decisa e sono utili i bastoncini. Ancora 30’ e si arriva da una caratteristica casa in legno, recuperata dal sig. Marcello. In seguito, si nota la cresta del Ramacelo, il monte Zatta e sullo sfondo si vede Chiavari. Ci sono molti i muretti a secco ben conservati, con in evidenza anche dei paracarri laterali. Nella parte più bassa, i segnali non sono molto evidenti, ma Il sentiero Fie è in comune con uno Cai, un po’ anonimamente marcato con la bandierina bianco rossa (senza numeri o lettere). In 1h, si arriva alla chiesa di Maxena e con altri 25’ a Sanpierdicanne, dove si finisce su asfalto tra le case (molta attenzione alle auto!). Ci vogliono però ancora 30’ per la stazione di Chiavari, dove si prende il treno per il rientro.

se volete alcune foto ai link
http://www.cralgalliera.altervista.org/altre2011.htm

link diretto
http://digilander.libero.it/mmter/montallegro011.pdf

NB: in caso di gita, verificare, sempre, con FIE, Cai, eventuale Ente parco o altre Istituzioni, pro loco, ecc., che non ci siano state variazioni che abbiano aumentato le difficoltà! Si declina ogni responsabilità. Il presente testo ha solo carattere puramente indicativo e non esaustivo.

Informazioni generali

Segnavia:
Tipologia percorso: traversata
Periodo consigliato:
Esposizione al sole:
Pericolo Oggettivo:
Tratti esposti:
Attrezzatura utile:
Acqua:

Riferimenti bibliografici e links

Accesso stradale

 

Galleria fotografica

Santuario di Montallegro: ci siamo stati!

#escursioni nell'Appennino Ligure: per saperne di più...

Rapallo: per saperne di più...