Bivacco Chentre-Bionaz

Bild des Benutzers giancarloberetta
giancarloberetta
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
28/07/2010
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
1 726 m
Quota di arrivo: 
2 530 m
Dislivello: 
1 086 m
Lunghezza*: 
11.37 km
Tempo di salita o complessivo*: 
3h00'
Tempo di discesa: 
2h00'

Introduzione

Questo nuovo bivacco si trova sull’itinerario di salita alla Becca di Luseney, che lo domina da sopra i suoi estesi versanti detritico-morenici, ed in posizione eccezionalmente panoramica sia sul sottostante fondovalle che sulle cime del versante opposto della valle. L’avvicinamento si svolge su un sentiero appena rifatto dapprima attraversando bei boschi di conifere e poi, usciti in spazi più aperti, si attraversano valloni solitari con larghe zone di sfasciumi. Non vi sono difficoltà nel raggiungerlo se non il tratto ripido che conduce al colletto appena sotto il bivacco ed eventualmente l’attraversamento del torrente che si effettua sui sassi dell’alveo quando, durante, il disgelo le acque si potrebbero presentare impetuose e col livello più alto.

Descrizione

Dalle paline si scende per la poderale perdendo un centinaio di metri di dislivello, si passa davanti ad una baita e si arriva ad un ponte sovrastato da una chiesetta dove, subito dopo, si trova la baita di Pouillayes (1639m). Da qui il sentiero inizia a salire nel bosco di conifere e subito si trova un bivio (1656m) al quale si lascia a sinistra la traccia con bolli rossi; si prosegue compiendo qualche largo tornante che guadagna subito quota e, superato un cancelletto di legno, si esce in una piccola valle aperta dove si prosegue sulla sinistra. Verso il fondo si trova un bivio segnalato da una palina (1907m) al quale si svolta a sinistra iniziando un tratto abbastanza ripido che sale a mezzacosta sopra la Comba d’Avée e dopo aver tagliato un canale abbastanza stretto si giunge in un piccolo vallone; si passa da un piccolo colle sempre nel bosco (2118m) e si scende, perdendo una cinquantina di metri di dislivello, verso un torrente che si guada nel suo punto migliore seguendo alcuni ometti di pietre. Attraversati subito dopo un paio di ruscelletti si rimonta un pendio erboso alla sinistra di una larga zona franosa e al suo culmine si giunge in una largo pascolo dove, in alto a sinistra, si trova il rudere della baita di Pra de Dieu (2283m). Subito dopo si arriva ad un piccolo colle da cui ci si immette in un vallone dove il sentiero prosegue sulla sinistra orografica e, aumentando gradatamente la pendenza sino a diventare molto ripido, raggiunge uno stretto intaglio sulla destra; qui giunti si svolta a sinistra e si giunge subito, poco sopra un piccolo sperone erboso, al bivacco che si vede solo all’ultimo momento.

Informazioni generali

Via:
Segnavia: -
Tipologia percorso: circolare
Periodo consigliato:
Pericolo Oggettivo:
Esposizione al sole:
Tratti esposti:
Acqua:

Riferimenti bibliografici

Accesso stradale

Galleria fotografica

Bivacco Chentre-Bionaz: ci siamo stati!

#escursioni in Valpelline: relazioni itinerari

  • Alpe Chardonney

    3/07/2012
    Bild des Benutzers benedetto
    benedetto
  • Tête Blanche de By

    12/07/2003
    Bild des Benutzers massimo
    massimo
  • Becca di Viou, da Valpelline

    6/08/2010
    Bild des Benutzers giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Bivacco Chentre-Bionaz

    28/07/2010
    Bild des Benutzers giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Alpe Brulé

    Bild des Benutzers benedetto
    benedetto
  • Monte Rotondo

    Bild des Benutzers giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Rifugio Chiarella

    12/07/2003
    Bild des Benutzers massimo
    massimo
  • Colle di Valcornera

    28/07/2003
    Bild des Benutzers massimo
    massimo
  • Rifugio Letey

    Bild des Benutzers massimo
    massimo
  • Rifugio Aosta

    Bild des Benutzers massimo
    massimo
  • Bivacco Spataro

    Bild des Benutzers ivano_ruffoni
    ivano_ruffoni
  • Rifugio Prarayer

    Bild des Benutzers massimo
    massimo

Bionaz: per saperne di più...