Lago Djouan

Bild des Benutzers massimo
massimo
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
19/07/2008
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
1 666 m
Quota di arrivo: 
2 516 m
Dislivello: 
850 m
Tempo di salita o complessivo*: 
2h15'
Tempo di discesa: 
1h30'

Introduzione

Piacevole itinerario immersi nella bellezza incontaminata della Valsavarenche. La salita al Lago Djouan merita assolutamente di essere percorsa per i panorami mozzafiato su Gran Paradiso e Ciarforon e per la bellezza dei pascoli della zona.

Descrizione

Dal parcheggio portarsi all'altezza della palina segnaletica che riporta i sentieri del versante, svoltare a destra per introdursi nel grazioso villaggio di Eau Rousse (acqua). Al termine del villaggio si incontra l'Hotellerie du Paradis, posto tappa dell'Alta Via 2, e si raggiunge la stradina di accesso alla struttura: pochi metri più avanti si incontra una nuova palina segnaletica che indica l'inizio del sentiero (8C) sulla sinistra del senso di marcia.
Superato un recinto per cavalli procedere nel lariceto su piacevole ed ampia mulattiera. La marcia è gradevole grazie alla dolce pendenza data al sentiero che procede a mezza costa ascendente per un lungo tratto, intervallato da alcune svolte per prendere un po' di quota. Al termine del traverso si svolta a sinistra e si prosegue sempre nel bellissimo Grande Bosco, che ogni tanto lascia trasparire qualche suggestiva veduta sul Ciarforon, sino ad una nuova svolta verso destra. Seguendo l'ondulazione del versante si attraversa un immpluvio sino a confluire nella breve ma suggestiva radura dove è sito il casolare di Rondzegou (1974m, 0h50').
Poco dopo si superano ancora alcune svolte e si rientra nel bosco procedendo sempre verso nord in mezza costa ascendente sino ad incontrare, sulla destra, il sentierino non numerato che conduce a Carré. Trascurare la deviazione procedendo sul sentiero principale sino a raggiungere uno splendido pascolo. Costeggiare il pascolo e portarsi, con leggera curva a sinistra, su di un tratto di sentiero lastricato che in breve conduce ad una fascia boscosa nella quale si incontra il sentiero proveniente da Le Créton (2110m, 1h00').
La meta non dista molto, si risale un dosso con alcune svolte sino a portarsi nell'ameno pianoro antecedente Orvieille. Seguendo il sentiero si compie un'ampia curva a sinistra sino a raggiungere la palina che riporta le indicazioni per la Punta Bioula, sentiero (8A). Ovviamente si trascura tale deviazione e, con poche poche decine di metri di cammino, si raggiunge la Casa Reale di Caccia di Orvieille (2168m, 1h15').
Lasciare la Casa Reale di Caccia sulla propria sinistra e proseguire sul bel sentiero che si dirige verso sud; risalire un piacevole traverso mentre incomincia a far capolino il prospiciente Gran Paradiso. In breve si raggiunge l'alpe Djouan (2226m, 1h25').
Continuare sull'ampio sentiero che inizia a virare a destra mentre appare splendidamente la calotta glaciale del Ciarforon; lentamente ci si inoltra nel vallone di Entrelor e si raggiunge il gruppo di alpeggi di Chauplanaz (2287, 1h40'). Il sentiero prosegue a risalire il vallone, tenendosi sulla sua sinistra orografica; superata una fascia detritica bianca il pendio tagliato dall'itinerario perde inclinazione ed il sentiero si avvicina agli splendidi pascoli che precedono la meta. Un ultimo breve sforzo e si raggiunge lo smeraldino Lago di Djouan (2516m, 2h15') piccola perla incastonata nel bellissimo circo di vette che contornano il Col d'Entrelor.
La discesa avviene sul medesimo itinerario percorso in salita (1h30').

Informazioni generali

Via: normale da Eau Rousse
Segnavia: (8C)
Tipologia percorso: a/r
Periodo consigliato: giugno, luglio, agosto, settembre
Esposizione al sole: est

Riferimenti bibliografici

  • Massimo Martini, Luca Zavatta, Alte Vie della Valle d'Aosta, Editrek & L'Escursionista Editore, Saint-Vincent e Rimini, 2009
  • Luca Zavatta, Le valli del Gran Paradiso e la Valgrisenche, Carta dei sentieri foglio 9 1:25000, L'Escursionista Editore, Rimini, 2006
  • Valgrisenche, Val di Rhêmes, Valsavarenche ovest, Carta dei sentieri foglio 3 1:25000, L'Escursionista Editore, Rimini, 2010

Accesso stradale

Lasciata l'autostrada Autostrada A5 all'uscita di Aosta Ovest si raggiunge in breve la SS26 che si imbocca verso sinistra in direzione di Courmayeur. Si superano gli abitati di Saint-Pierre e Villeneuve sino a raggiungere l'imbocco della SR23 della Valsavarenche. Dopo una serie di tornanti si raggiunge Introd e, poco più avanti, si incontra il bivio per la Val di Rhêmes. Si prosegue a sinistra sulla SR23 e si risale la vallata superando il capoluogo Dégioz e, dopo alcuni chilometri si raggiunge il villaggio di Eau Rousse dove si può lasciare l'auto nel parcheggio lungo la strada.

Galleria fotografica

Lago Djouan: ci siamo stati!

  • Col Manteau

    Col Manteau

    21/09/2014
    Bild des Benutzers massimo
    massimo

Valsavarenche: relazioni itinerari

  • Grand Collet

    3/11/2012
    Bild des Benutzers giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Bivacco Grivola

    23/09/2011
    Bild des Benutzers massimo
    massimo
  • Lago Djouan

    19/07/2008
    Bild des Benutzers massimo
    massimo
  • Vallone di Seyvaz

    24/11/2010
    Bild des Benutzers giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Casa Reale di Caccia di Orvieille

    Bild des Benutzers massimo
    massimo
  • Casa Reale di Caccia di Orvieille, da Eau Rousse

    19/07/2008
    Bild des Benutzers massimo
    massimo
  • Gran Paradiso

    21/04/2010
    Bild des Benutzers giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Punta Bioula

    Bild des Benutzers giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Grand Collet

    Bild des Benutzers ivano_ruffoni
    ivano_ruffoni
  • Becca di Monciair

    Bild des Benutzers capt.crash
    capt.crash
  • Rifugio Città di Chivasso

    Bild des Benutzers ivano_ruffoni
    ivano_ruffoni
  • Maisoncles

    1/02/2004
    Bild des Benutzers massimo
    massimo

Seiten