Tor des Géants 2011

Sonntag, 11 September, 2011 - 00:00 bis Sonntag, 18 September, 2011 - 00:00
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!

Tutto è pronto a Courmayeur per ospitare gli eroi dell'endurance trail più
duro al mondo, in programma dall'11 al 18 settembre.

Attesi alla partenza 500 concorrenti provenienti da 23 nazioni per una
corsa, aldilà di ogni limite, che abbraccia tutta la Valle d'Aosta.
Quando il trail si fa duro, i duri cominciano a correre. Piedi, gambe,
polmoni, fiato, ma soprattutto il cuore dei 500 partecipanti alla seconda
edizione del Tor des Géants stanno cominciando a scaldarsi. E’ cominciato il
countdown all'endurance trail più difficile e affascinante al mondo: 330 km,
24000 metri di dislivello, 25 passi a oltre 2000 metri e 150 ore di tempo
massimo, numeri da record. Lo start è previsto per l’11 settembre a
Courmayeur. Il ritorno, sempre nella Perla delle Alpi, per gli ultimi sarà
il 18 settembre.
Una gara, un'avventura che spinge oltre. Al di là della fatica, del dolore,
del sonno inarrestabile, si è ripagati dalla sensazione di superare i propri
limiti e dall'incredibile paesaggio incontrato percorrendo le due Alte Vie
che abbracciano tutta la Valle d’Aosta. Un autentico viaggio nel cuore delle
cime più alte d'Europa. I sentieri si snodano ai piedi del Monte Bianco
(4.810 m), del Rutor (3.486 m), del Gran Paradiso (4.061 m), del Monte Rosa
(4.634 m) e del Cervino (4.478 m): i 5 giganti delle Alpi.
Una fatica inimmaginabile, anche se spesso i partecipanti raccontano di
entrare come in un tunnel, una specie di trance, che permette loro di
correre ininterrottamente venti ore su sentieri di montagna per centinaia di
chilometri, arrampicarsi per diecimila metri di dislivello, e continuare a
correre. Il tutto in semi autonomia, secondo regolamento, zaino in spalla e
abbigliamento contro il freddo, perché si va oltre i duemila.
Uno sport trasversale, come lo sono tutte le passioni. Lo dimostra la
fotografia dei partecipanti al Tor des Géants. L’età media si aggira sui 45
anni, ma il più anziano ne ha 72. Non c'è neanche una vera e propria
differenza di genere. Le donne che l'11 settembre si presenteranno alla
partenza sono 52 e tra loro ci sarà Annemarie Gross che nel 2010 è arrivata
prima nella classifica femminile, e quarta assoluta. A vincere era stato il
fratello, Urlich, con poco più di 80 ore di tempo di percorrenza. Non vi è
nemmeno una differenza geografica, al Tor des Géants partecipano concorrenti
provenienti da tutto il mondo. All’edizione 2011 si sono iscritti 206
italiani, 54 spagnoli, 26 belgi, 16 svizzeri, 14 statunitensi, 13 canadesi e
altrettanti giapponesi, 12 tedeschi, 6 portoghesi, 5 ungheresi, 4 austriaci
e altrettanti britannici, 3 polacchi. Saranno inoltre rappresentati da un
concorrente: Danimarca, Finlandia, Lussenburgo, Paesi Bassi, San Marino,
Slovenia, Grecia e, anche, Guiana Francese. Perché la passione per la
montagna e l'ultra-trail non conosce confini.

UFFICIO STAMPA OMNIA RELATIONS

T./f. + 39 051 5873602_5870818

Chiara Caliceti -
chiara.caliceti@omniarelations.com

Alessandra Iozzia -
alessandra.iozzia@omniarelations.com - m. 333 3835185

Social media editor - Walter Manni -
walter.manni@omniarelations.com
1.1.1 sans nom 3 Ko Retirer la pièce jointe