Tor des Géants 2011

Mittwoch, 14 September, 2011 - 00:00
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!

Resterà tra le immagini più belle del Tor des Géants l’arrivo a Courmayeur dell’atleta svizzero Jules Henry Gabioud, vincitore dell’edizione 2011. Ad accoglierlo con grande spirito sportivo, dopo 79 ore e 58 minuti, l’appena squalificato Marco Gazzola, che spiegatogli l’accaduto, l’ha incoronato vincitore.

Ma Gabioud si è tolto la corona per condividerla con il connazionale, arrivato tre ore prima percorrendo nell’ultimissimo tratto un tracciato che non era quello di gara.
A soli 24 anni, il trailer elvetico è già grande: vincitore del Grand Raid 73, del Trail du Gypaète, del Trail des Allobreges e del Gran Trail della Valdigne (sulla lunghezza di 55 km), lo scorso agosto si è classificato 10° alla CCC®, una delle varianti del North Face Ultra Trail du Mont Blanc. Si può dire che la stagione 2011 sia stata un vero e proprio trionfo per il giovane sportivo dal grande futuro.
Dopo aver dominato per gran parte della competizione, il francese Christophe Le Saux, protagonista delle più emozionanti vicende di questa edizione del Tor des Géants, è arrivato al traguardo alle 22.09, aggiudicandosi il secondo posto. Questo infermiere di 38 anni, soprannominato “il giaguaro della Guyana” è un fuoriclasse del trail, vincitore di tutti i più grandi trail del mondo nel 2011: il Track Outback Race, il Trail della Guyana, il Guada Run e il Trail della Cordillera Huayhaìuash.
Atteso per mezzanotte circa il terzo classificato, il quarantenne di Chamonix Stephane Couleaud. Tutto ancora da decidere, invece, per il quarto posto: Eric Arveux, Pablo Criado Toca e Anne Marie Gross procedono a pochi minuti l’uno dall’altro. Sarà la strategia del loro riposo a fare la differenza negli ultimi 20 km al traguardo. Il primo degli uomini italiani, settimo assoluto, è il valdostano Giancarlo Annovazzi.