Grand Golliat

0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Bild des Benutzers massimo
massimo
Photo credits: 
Grand Golliat ©2003 Massimo Martini

Scheda informativa

Quota: 3237m
Nome alternativo: Grand Golliaz
Gruppo montuoso: Gruppo del Grand Golliat
Prima ascensione: ../09/1879
Primi salitori: Tenente Cornaglia

Descrizione

Il Grand Golliat o Grand Golliaz è la vetta culminante di un'imponente bastionata che costituisce lo spartiacque tra la Val Ferret (italiana e svizzera) e la Coumba Freida. Tale bastionata è allineata sull'asse sud-nord tra il Col de Malatrà ed il Col du Ban Darrey e presenta quattro elevazioni degne di rilievo: L'Aiguille de Belle Combe (3084m), il Petit Golliat (3224m), il Grand Golliat (3227m) e l'Aiguille des Angroniettes (2893m). Il Grand Golliat, oltre ad essere il punto più alto della bastionata, è un prezioso punto panoramico sulla catena del Monte Bianco e sul Grand Combin e Mont Vélan. Rappresenta anche il punto più meridionale del Canton Vallese. La bastionata è composta da calcescisti molto friabili che rendono insidiosa la progressione. In passato nel versante sud-orientale, nella "poltrona" tra il Petit e Grand Golliat, era presente un ghiacciaio del quale resta solo qualche traccia di nevaio non perenne. Il versante settentrionale è molto dirupato e presenta alcuni “couloirs” che discendono sino ai residui del Glacier des Angroniettes. Il versante occidentale, invece, è totalmente detritico e poco attraente. Il toponimo deriva dal termine patois “Goilles” che significa pozza d'acqua; infatti la Comba Tula, percorsa lungo l'accesso al versante orientale, è costellata da numerose macchie d'acqua. Non ha invece fondamento l'ipotesi di associare il nome della vetta al gigante biblico Golia. La prima ascensione del Grand Golliat è avvenuta nel settembre del 1879 dal Tenente Cornaglia durante la sua attività di rilievo del territorio per conto dell'Istituto Geografico Militare del Regno. Verso la fine del XIX° secolo si sono succedute altre “prime” su versanti mai calcati: nel 1892 l'Abbé Henry discese la cresta nord-ovest ed il versante nord successivamente percorso in salita, il 5 luglio 1898, da Alfred George Topham, Jean Maître e Pierre Maurys. Il 15 luglio 1896 venne invece disceso il versante occidentale da Mario Gabinio e Luigi Galeani a dimostrazione del fatto che siamo in un periodo "esplorativo" delle possibilità di salita sulla vetta. Il versante ovest venne poi salito, con uscita sulla cresta nord nord-ovest, il 15 luglio 1898 da Adolfo Hess e Laurent Croux. Nel 1905, il 19 agosto, Marcel Kurz e Eberhard Philius risalirono la parete nord uscendo sulla cresta est mentre nel giugno del 1918 Alessio Alvazzi e David Quaizier raggiunsero la vetta percorrendo la cresta nord nord-ovest. In anni più recenti Osvaldo Cardellina ha rivisitato la vetta seguendo alcune vie interessanti tra le quali citiamo la prima salita sulla parete occidentale il 19 settembre 1993 e la parete nord (couloir sinistro) con uscita sulla cresta est il 30 agosto 1997. La recente apertura del Rifugio Piergiorgio Frassati potrebbe far aumentare l'interesse verso questa vetta non molto frequentata.

Come arrivare

Vie di salita

Appoggi

Riferimenti bibliografici

Grand Golliat: Photo Gallery

Grand Golliat: relazioni itinerari

Grand Golliat: ci siamo stati!

#3000 Valle d'Aosta: per saperne di più...

#3000 Valle d'Aosta, sul magazine!

Timeline @Grand Golliat