Chiesa parrocchiale di Nus

0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Bild des Benutzers massimo
massimo
Licenza Creative Commons: 
Creative Commons Licence

Descrizione

La prima attestazione riguardante la chiesa parrocchiale di Sant'llario risale al 26 febbraio 1153. Durante le campagne di scavo archeologico del 1990 sono state rinvenute sotto il coro tracce dell'antico edificio risalente al XlI secolo con impianto a tre navate terminanti con abside centrale di maggiori dimensioni e due absidiole ai lati, tutte semicilindriche. Le antiche murature romaniche sono ancora visibili nella cripta posta sotto il coro. Dagli scavi sono risultati degli interventi di ristrutturazione risalenti probabilmente al XV secolo. La chiesa attuale venne edificata tra il 1886 e il 1887 e consacrata il 12 aprile 1888. L'altare maggiore e quello di San Giuseppe vennero rifatti dallo scultore Guala, gli affreschi interni realizzati dai pittori Artari. Nel corso del XX secolo un pavimento in marmo ha sostituito quello in legno della navata e il pittore Bartoli ha affrescato il coro, la nicchia della fonte battesimale e le pareti del presbiterio L'edificio è a navata unica con pianta a croce latina, volte a vela e cupola sul presbiterio. Alla sinistra del coro è posto un interessante Cristo crocifisso del XIV secolo. Interessanti la Via Crucis e la tela raffigurante la Santissima Trinità, la Vergine ,San Giuseppe e altri santi, databili ai secoli' XVlll·XIX. Il campanile può essere compreso fra le torri campanarie costruite secondo un modello diffuso nel '400, di cui si conservano esempi ad Etroubles, Gignod, Fénis, Chevrot, Montjovet, Saint-Germain, Moron, Brusson.

Accesso stradale

Indicazioni per la visita

Bibliografia e collegamenti esterni

Chiesa parrocchiale di Nus: Photo Gallery

Chiesa parrocchiale di Nus: relazioni itinerari

Chiesa parrocchiale di Nus: ci siamo stati!

Chiesa parrocchiale di Nus: tracce GPS

#chiese parrocchiali: per saperne di più...

#Chiese Valle d'Aosta, sul magazine!

Timeline @Chiesa parrocchiale di Nus

Bio timeline @Sant'Ilario