Sui colli del Tor #7 episodio

Licenza Creative Commons: 
Creative Commons Licence
Bild des Benutzers massimo
massimo
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Col de Malatra
Col de Malatra ©2015 Massimo Martini
Data rilievo: 
7/09/2015
Difficoltà: 
T3
Quota di partenza: 
1 379 m
Quota di arrivo*: 
1 540 m
Dislivello: 
3 322 m
Lunghezza: 
51.12 km
Tempo di salita o complessivo*: 
12h00'

Report della gita

Ultima tappa del mio pre-Tor, molto bella e molto lunga. Partenza alle 6.30 dalla piazzetta del municipio di Ollomont e inizio della salita al villaggio di Rey. Il mondo si sveglia e il bosco di primo mattino è molto animato. Supero la fascia boschiva e raggiungo i bei pascoli di Champillon mentre il sole accende le vette che avvolgono la splendida Comba de By. Il sole ora è presente ed finalmente sto bene al caldo (in partenza c'erano 6°). Risalgo i pascoli sino al Rifugio Champillon e di li con buona lena raggiungo il Col de Champillon. Ora una bella discesa, pensavo peggio, sino a Ponteilles e poi un lungo tratto senza particolari dislivelli. Sotto di me scorrono i comuni della Coumba Freida, Etroubles, Saint-Oyen e Saint-Rhemy en Bosses. Dopo non aver incontrato altro che bovini mi imbatto in un'escursionista giapponese che mi chiede informazioni sul sentiero per raggiungere Saint-Oyen: i segni evidenti della globalizzazione. Supero Saint-Rhemy e attraverso i vari villaggi che si susseguono sopra Bosses per poi risalire verso la seconda asperità di giornata. Guardo l'orologio... sono solo a metà... ce la farò ad arrivare in tempo a Courmayeur... Metto da parte i pensieri negativi ed inizio la salita nella Comba des Merdeux, lo scenario è idilliaco grazie anche al vento che rende la visuale nitida all'inverosimile. Supero i vari alpeggi e raggiungo i Lacs de Merdeux ed il Rifugio Frassati. Breve pausa pranzo, non mi attardo e risalgo verso il "mitico" Col de Malatra. L'ambiente è pressoché lunare e mi immagino che grandi emozioni si possono provare il giorno che quasi al termine del Tor si raggiunge questo punto. Superato il lungo traverso si risale il tratto attrezzato e... voilà... appare il Monte Bianco dallo stretto intaglio.
Foto di rito e inizio la lunga discesa verso il Rifugio Bonatti sempre osservato dall'imponente mole della Punta Walker. Superato il rifugio ora procedo in mezzo alle comitive di trekkers che fanno il Tour du Mont Blanc. Il tratto dal Rifugio Bonatti al Rifugio Bertone sembra sempre corto... sulla carta... in realtà non finisce mai! Giunto al Bertone mi godo gli ultimi raggi di sole che filtrano dal Mont Chetif e procedo nella non comoda discesa finale. Quando raggiungo la poderale della Val Sapin i piedi ringraziano e in leggera corsa finisco il mio lungo percorso sui colli del Tor arrivando il Piazza Brocherel a Courmayeur. Un percorso denso di belle sensazioni, che mi ha fatto capire che da domenica non si scherza più!

Informazioni generali

Condizioni via o sentiero: perfette
Pericolo Oggettivo: nessuno
Tratti esposti: leggera esposizione poco prima del Col Malatra
Affollamento: pochi incontri fino al Rifugio Bonatti, poi il Tour du Mont Blanc la fa da padrone

Condizioni meteo

Cielo: sereno, vento in quota
Temperatura: minima 6.5° - massima 24.5°

Avvistamenti

Fauna: Sciurus vulgaris, Marmota marmota
Flora:

Galleria fotografica

Col Malatra: ci siamo stati!

Tor des Géants: relazioni itinerari

  • Casa Reale di Caccia di Orvieille, da Eau Rousse

    19/07/2008
    Bild des Benutzers massimo
    massimo
  • Passo Alto

    Bild des Benutzers ivano_ruffoni
    ivano_ruffoni

Tor des Géants: per saperne di più...