Emerald Lake

ivano_ruffoni's picture
ivano_ruffoni
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
2 888 m
Quota di arrivo: 
3 072 m
Dislivello: 
184 m
Tempo di salita o complessivo*: 
1h15'
Tempo di discesa: 
1h00'

Introduzione

L'itinerario proposto è probabilmente il più popolare e frequentato del Rocky Mountain National Park (soprattutto in estate è consigliato, per motivi di traffico e di parcheggio, arrivare al punto di partenza con la navetta - free shuttle bus -). Si parte in prossimità del Bear Lake, si sale al Nymph Lake, incastonato fra le pinete, poi all'incantevole Dream Lake e successivamente all'Emerald Lake, nella parte alta della Tyndall Gorge. L'escursione, per la sua brevità, la sua modesta pendenza e per la facilita' del percorso (almeno in estate), è adatta anche a famiglie con bambini.

PS: non calpestare le zone protette ai bordi dei laghi (segnalazioni in luogo).

Descrizione

Tra la Ranger Station a sinistra (2888m) e la stazione di arrivo della navetta a destra parte una larga e ben tenuta mulattiera. Percorsi pochi passi si consiglia di svoltare a destra a raggiungere in breve le rive del Bear Lake. Rientrati all'incrocio svoltare a destra in direzione dei laghi Nymph, Dream, Emerald, Haiyaha e Alberta Falls. Una modesta salita fra le conifere conduce all'incrocio (da trascurare) per Glacier Gorge Junction e Alberta Falls e al primo dei tre laghi alpini oggetto di questa escursione, il Nymph Lake, incastonato in una foresta di pini. Conviene fermarsi un poco ad osservare fra i rami l'Hallet Peak e Longs Peak. La traccia aggira verso nord il lago, sale nella pineta con qualche tratto gradinato e raggiunge un poggio panoramico. Si continua su comodo sentiero passando accanto a grosse rocce, si oltrepassa su una passerella di legno un torrente e si giunge al bivio per il Lake Haiyaha. Tenuta la destra dopo circa 150 metri, oltre un'altra passerella su un torrente, si è allo spettacolare Dream Lake. Si consiglia di godersi dalle sue rive il panorama formato sullo sfondo dall'Hallet Peak e dalla Flattop Mountain. Il sentiero costeggia per 500/600 metri il lato nord del lago (caratteristico il tratto di serpentone-passerella in legno). Giunti all'estremità occidentale del lago, la mulattiera sale qualche gradino, costeggia il Tyndal Creek e conduce alla scodella scavata dal Tyndal Glacier dove giace l'Emerald Lake (3072m, 1h15'), fra i fianchi dell'Hallet Peak e della Flattop Mountain. Il ritorno è per il medesimo itinerario.

Autore

  • Consulta tutte le relazioni di escursionismo di Ivano Ruffoni
  • Consulta la pagina di [[Ivano Ruffoni]]

Emerald Lake: ci siamo stati!