Bivacco Hess

massimo's picture
massimo
1 vote
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
9/08/2006
Difficoltà: 
T3
Quota di partenza: 
1 659 m
Quota di arrivo: 
2 958 m
Dislivello: 
1 217 m
Lunghezza*: 
18.20 km
Tempo di salita o complessivo*: 
4h00'
Tempo di discesa: 
2h30'

Introduzione

Posto su di un poggio roccioso nel pressi del Col de l'Echellettes il bivacco rimane arroccato come un vero e proprio nido d'aquila. Costruito nel 1925 e dedicato all'ideatore di questo genere di bivacchi, Adolfo Hess, rimane un'interessante esempio storico di come si affrontava la montagna ottant'anni fa!

Descrizione

Lasciata l'auto ci si incammina superando la sbarra che chiude di fatto la circolazione della strada e si procede lungo la stessa superando un paio di tornanti (vi sono scorciatoie che li tagliano). Lentamente si prende quota seguendo la strada che costeggia la Doire du Val Veny; dopo poco si incontra, sulla sinistra, una fascia rocciosa bianca di origine calcarea e poco dopo la strada effettua una piccola curvatura per superare uno smottamento. Si continua lungo la stradina ed in breve si raggiunge il bivio per il lago Miage (1959m, 0h45'): si svolta a sinistra, si attraversa su di un ponte il torrente, e si prosegue su di una stradina sterrata in direzione ovest costeggiando il Lago di Combal; il percorso è pressoché pianeggiante costeggiando un ambiente ameno sovrastato dalle imponenti vette del massiccio del Monte Bianco. Giunti al termine del lungo tratto rettilineo la stradina incomincia ad inerpicarsi sul gradino morenico che separa il bacino del Combal dall'alta Val Veny. La strada segue alcuni tornanti (presenti scorciatoie) che in breve ci permettono di raggiungere le Caserme de la Seigne ed in seguito il Rifugio Elisabetta Soldini (2195m, 1h30').
Dal rifugio si prosegue lungo il sentiero (13) (attenzione la palina non indica correttamente il sentiero, conviene risalire il sentiero che diparte dal retro del rifugio) che risale l'anfiteatro morenico del ghiacciaio des Echellettes. Si procede prendendo quota con una serie di svolte risalendo la morena inerbita: lentamente si apre al nostro sguardo la vista sul ghiacciaio e sulle non lontane Pyramides Calcaires sino a raggiungere il bivio per il bivacco (2297m, 2h00'). Si svolta a destra ridiscendendo leggermente verso il letto del torrente sino a trovare la posizione migliore per guadare lo stesso: poco prima si incontrano i resti di un carrello di un aereo precipitato sul ghiacciaio negli anni '50. Superato il torrente, il guado può diventare problematico durante le ore calde in cui vi è maggiore fusione del ghiaccio, si risale un piccolo dorso morenico per poi portarsi a ridosso dei pendii erbosi che discendono dall'Aiguille des Echellettes; si procede quindi alla risalita dei crinali erbosi con una serie di lunghe svolte lasciandosi cullare dalle interessanti vedute panoramiche sulle morene, les Pyramides Calcaires ed il ghiacciaio des Echellettes. Lentamente al crinale erboso si sostituisce il macereto e l'ambiente tipico dell'alta montagna: non è improbabile incontrare anche stambecchi al pascolo della scarsa vegetazione rimasta. Si supera un piccolo terrazzamento, presenti alcuni nevai ad inizio stagione, e si raggiunge la base dell'angusto canale che ci conduce al colletto: la risalita del canalone avviene su terreno friabile, sassi mobili, ma comunque ben segnalato da bolli gialli. Più si risale il canalone più diviene ripido e stretto sino a raggiungere l'intaglio finale dal quale si apre un bellissimo panorama sul ghiacciaio della Lex Blanche e le non lontane Aiguilles de Trélatête. Dal colletto (2926m, 3h50') si svolta a sinistra e si superano alcuni passi un poco disagevoli che danno sul versante di salita; in seguito sempre seguendo i bolli gialli, si raggiunge in breve il Bivacco Hess (2958m, 4h00').
Dal bivacco il panorama è magnifico: essendo sospeso come un nido d'acqua sul sottostante ghiacciaio de la Lex Blanche la veduta sulle Aiguilles de Trélatête, sul Petit Mont Blanc e sul Monte Bianco ripagano ampiamente la fatica della salita.
La discesa avviene lungo il medesimo itinerario percorso in salita (2h30').

Informazioni generali

Via: da La Visaille
Segnavia: 13
Tipologia percorso: a/r
Periodo consigliato: luglio, agosto, settembre
Pericolo Oggettivo: canalone verso il Col de l'Echellettes: lo sfasciume detritico rende il terreno instabile
Esposizione al sole: sud-est
Tratti esposti: dal Col de l'Echelettes al bivacco
Acqua: Rifugio Elisabetta Soldini

Riferimenti bibliografici

Accesso stradale

Dall'uscita del casello autostradale A5 di Courmayeur entrare nel centro turistico. Poco oltre il centro congressi svoltare a sinistra verso la Val Veny (indicazione sul posto) fino a raggiungere La Visaille (1659 m). Si parcheggia in prossimità della sbarra che vieta la circolazione ai mezzi non autorizzati.

Galleria fotografica

Bivacco Hess: tracce GPS

  • Bivacco Hess

    31/07/2014
    massimo's picture
    massimo

Bivacco Hess: ci siamo stati!

  • Bivacco Hess

    16/08/2013
    ermanno's picture
    ermanno
  • Bivacco Hess

    9/08/2006
    massimo's picture
    massimo

#ai piedi del Bianco: relazioni itinerari

  • Aiguille des Angroniettes

    3/08/2012
    giancarloberetta's picture
    giancarloberetta
  • Col de la Seigne

    29/08/2010
    massimo's picture
    massimo
  • Aiguille d'Artanavaz

    benedetto's picture
    benedetto
  • Bivacco Comino

    18/06/2006
    massimo's picture
    massimo
  • Rifugio Bonatti

    massimo's picture
    massimo
  • Col de Malatra

    ivano_ruffoni's picture
    ivano_ruffoni
  • Mont Crammont

    15/08/2009
    Inuk's picture
    Inuk
  • Bivacco Rainetto

    massimo's picture
    massimo
  • Bivacco Hess

    9/08/2006
    massimo's picture
    massimo
  • Cabane du Trient

    mbuffa's picture
    mbuffa
  • Rifugio Elena

    vittorio's picture
    vittorio
  • Bivacchi Fiorio

    24/06/2005
    massimo's picture
    massimo

Pages

Courmayeur: per saperne di più...