Casa Reale di Caccia di Orvieille, da Eau Rousse

massimo's picture
massimo
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
19/07/2008
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
1 666 m
Quota di arrivo: 
2 165 m
Dislivello: 
499 m
Lunghezza*: 
7.00 km
Tempo di salita o complessivo*: 
1h15'
Tempo di discesa: 
0h50'

Introduzione

L'itinerario qui proposto rientra nel novero dei classici all'interno del Parco nazionale del Gran Paradiso. Il percorso, dal dislivello di media entità, viene percorso in tempi relativamente brevi grazie alla particolare attenzione posta nella sua costruzione grazie alle pendenze impostate, lievi ma costanti. Giunti alla Casa Reale di Caccia non è inusuale imbattersi in stambecchi e camosci.

Descrizione

Dal parcheggio portarsi all'altezza della palina segnaletica che riporta i sentieri del versante, svoltare a destra per introdursi nel grazioso villaggio di Eau Rousse. Al termine del villaggio si incontra l'Hotellerie du Paradis, posto tappa dell'Alta Via 2, e si raggiunge la stradina di accesso alla struttura: pochi metri più avanti si incontra una nuova palina segnaletica che indica l'inizio del sentiero (8C) sulla sinistra del senso di marcia.
Superato un recinto per cavalli procedere nel lariceto su piacevole ed ampia mulattiera. La marcia è gradevole grazie alla dolce pendenza data al sentiero che procede a mezza costa ascendente per un lungo tratto, intervallato da alcune svolte per prendere un po' di quota. Al termine del traverso si svolta a sinistra e si prosegue sempre nel bellissimo Grande Bosco, che ogni tanto lascia trasparire qualche suggestiva veduta sul Ciarforon, sino ad una nuova svolta verso destra. Seguendo l'ondulazione del versante si attraversa un immpluvio sino a confluire nella breve ma suggestiva radura dove è sito il casolare di Rondzegou (1974m, 0h50'). Poco dopo si superano ancora alcune svolte e si rientra nel bosco procedendo sempre verso nord in mezza costa ascendente sino ad incontrare, sulla destra, il sentierino non numerato che conduce a Carré. Trascurare la deviazione procedendo sul sentiero principale sino a raggiungere uno splendido pascolo. Costeggiare il pascolo e portarsi, con leggera curva a sinistra, su di un tratto di sentiero lastricato che in breve conduce ad una fascia boscosa nella quale si incontra il sentiero (7) proveniente da Le Créton (2110m, ). La meta non dista molto, si risale un dosso con alcune svolte sino a portarsi nell'ameno pianoro antecedente Orvieille. Seguendo il sentiero si compie un'ampia curva a sinistra sino a raggiungere la palina che riporta le indicazioni per la Punta Bioula, sentiero (8A). Ovviamente si trascura tale deviazione e, con poche poche decine di metri di cammino, si raggiunge la Casa Reale di Caccia di Orvieille (2168m, 1h15').

La Reale Casa di Caccia ad Orvieille è stata edificata nel 1862 sul volere del Re Vittorio Emanuele II come punto base per le sue battute di caccia. Nel 1982 una valanga abbattutasi sulla struttura ha portato alla sua ricostruzione attualmente utilizzata dai Guardia Parco come Casotto.

Informazioni generali

Via:
Segnavia:
Tipologia percorso:
Periodo consigliato:
Esposizione al sole:
Pericolo Oggettivo:
Tratti esposti:
Attrezzatura utile:
Acqua:

Riferimenti bibliografici

  •  

Accesso stradale

Galleria fotografica

Orvieille: ci siamo stati!

  • Col Manteau

    Col Manteau

    21/09/2014
    massimo's picture
    massimo

#escursioni in Valsavarenche: relazioni itinerari

  • Casa Reale di Caccia di Orvieille

    massimo's picture
    massimo
  • Casa Reale di Caccia di Orvieille, da Eau Rousse

    19/07/2008
    massimo's picture
    massimo
  • Punta Bioula

    giancarloberetta's picture
    giancarloberetta
  • Rifugio Chabod

    massimo's picture
    massimo
  • Rifugio Vittorio Emanuele II

    massimo's picture
    massimo

Valsavarenche: per saperne di più...