Ferrata delle Scalette

LaDella's picture
LaDella
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
1/09/2013
Quota di partenza: 
1 992 m
Quota di arrivo: 
1 400 m
Lunghezza*: 
24.00 km
Tempo di salita o complessivo*: 
8h30'
Foto: 
Tipologia Percorso: 

Circolare

Difficoltà: 

EEA

Impegno Fisico: 

Alto, Lunga escursione

Tempo Complessivo: 

8h30'

Quota di partenza: 

1992 m

Quota di Arrivo: 

1400 m

Quota Massima: 

2700 m

Distanza percorsa: 

24,00 km

Accesso: 

Dall’autostrada del Brennero si esce a Egna-Ora e si prosegue per la val di Fiemme / val di Fassa.
Arrivati a Vigo si volta a sinistra verso il centro del paese e la strada per il Passo di Costalunga. La funivia Catinaccio e’ ben indicata e offre grande parcheggio.

Questa escursione e' abbastanza lunga.Per il giro completo, incluse tutte le soste ci abbiamo messo circa 8hr 30.

Introduzione

Descrizione

Da Vigo prendiamo la funivia Catinaccio (€8 sola andata nel 2013. €14 A/R) che in pochi minuti ci porta a quota 1992m nella zona del Ciampedie dove si trovano diversi rifugi e ristoranti, e dove si puo’ ammirare un panorama eccezionale su tutto il Catinaccio.
Seguiamo il sentiero 540 verso il rifugio Gardeccia che raggiungiamo dopo poco piu’ di 30 minuti di cammino. Queta parte dell’escursione si svolge su sentiero semplice e sempre molto frequentato.
Il Rif Gardeccia (1949m), il Rif Stella alpina e I loro negozi di souvenir e bazaar formano un vero mini villaggio in fondo alla valle del Vajolet. Fino a questo punto arriva anche il bus navetta da Mazzin / Pera.
Al rifugio proseguiamo sulla destra verso la strada per voltare subito a sinistra verso il Rif. Antermoia e il sentiero attrezzato delle Scalette.
Iniziamo a salire. Il sentiero contorna la punta mereidionale die Dirupi di Larsec fino ad arrivare al primo, brevissimo e molto semplice tratto attrezzato. La parte piu’ impegnativa arriva dopo, quando si percorrera’ un lungo tratto in semi arrampicata. Segue un altro semplice passaggio attrezzato con cavo e qualche gradino metallico e di nuovo la salita su grandi massi sino ad arrivare al Passo delle Scalette (2348m). (poco piu’ di 2hr dal rif Gardeccia)
La salita prosegue. Passiamo per il minuscolo Lago di Larsec e sulla destra possiamo ammirare da vicino la gola scavata dall’acqua ben visibile anche dal sentiero sottostante.
Il sentiero e’ ora piu’ semplice, ma la salita costante sino ad arrivare, in poco piu’ di un’ora al Passo di Lausa (2700m – il punto piu’ alto dell’escursione 1hr30 dal passo delle Scalette).
Passeggiamo ora su un altopiano con grandi viste sul Catinaccio e sulla Val Gardena con I suoi Sassolungo e Sassopiatto.
In basso a sinistra il bel Lago di Antermoia, a destra l’omonimo rifugio (2496m) che si raggiunge in circa 30 mins dal passo.
Arrivati al Passo di Dona, il sentiero 580 ci offre dei panorami meravigliosi sul gruppo del Sella, il Seceda, le Odle e la Marmolada.
Ora tutto in discesa proseguiamo sul Pian delle Galline (Pian da le Gialine), scendiamo lungo il fiumeUdai e alla biforcazione teniamo la destra per il sentiero 579 e seguiamp er Ronch,dove arriviamo dopo circa 2hr30mins dal rif Antermoia.
Da li noi abbiamo proseguito per Pera, Pera di Sotto e poi siamo tornati a Vigo su strada.
Questa escursione e' abbastanza lunga.Per il giro completo, incluse tutte le soste ci abbiamo messo circa 8hr 30.

Informazioni generali

Segnavia:
Tipologia percorso:
Periodo consigliato: marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre
Pericolo Oggettivo:
Esposizione al sole:
Tratti esposti:

Riferimenti bibliografici

Accesso stradale

Galleria fotografica