Grignaz

Portrait de ivano_ruffoni
ivano_ruffoni
0 vote
+
Vote up!
-
Vote down!
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
1 021 m
Quota di arrivo: 
1 822 m
Dislivello: 
821 m
Tempo di salita o complessivo*: 
2h15'
Tempo di discesa: 
1h30'

Introduzione

L'itinerario proposto risale, sempre ripidamente, una dorsale di Punta Chaparelle. La traccia è sempre ben segnalata anche nelle radure erbose che si attraversano (osservare però con attenzione i bolli sulle rocce affioranti per non smarrirla). Durante la progressione si e' quasi sempre immersi nei boschi (latifoglie, faggi ed abeti) con rari panorami su Gaby.

Descrizione

Dal parcheggio si prosegue sulla strada asfaltata verso l'abitato di Zendelabaz (Tzendelabó) (1021m) lungo il segnavia Grande Sentiero Walser per Gaby, trascurando la deviazione a destra per [[Issime]]. Passati fra le case e lasciato a sinistra un lavatoio si è subito all'inizio del segnavia Sentiero (9) (tratto della Via Alpina) per il Colle della Vecchia e segnavia Sentiero (9A) per l'alpe Jatzet. Qualche passo ancora e si incrocia a destra la larga sterrata per la località Maisonasse. Ora si può risalire la sterrata (consigliato) oppure camminare per altri 4 minuti circa fino ad una cappella in prossimità della quale parte il poco curato (almeno all'inizio) sentiero segnavia ( 8 ) che, dopo aver attraversato un bosco di latifoglie, si ricongiunge comunque con la sterrata.
Superate le case svoltare a destra ed attraversare il prato verso sinistra osservando le indicazioni sulle rocce affioranti fino ad entrare nel bosco. Si risale (anche con qualche tratto scalinato) fra gli abeti, si passa accanto ad alcuni caseggiati, e, sempre con percorso ripido, si esce in una radura presso un rudere. Ancora un paio di minuti e si raggiunge lo spiazzo con i resti della chiesa di San Rocco (1559m, 1h25').
Altri due minuti circa di cammino e si e' all'alpeggio Grignaz inferiore. Salire ora il pendio di destra nella radura (di nuovo osservare le indicazioni sulle rocce affioranti) e proseguire avvicinandosi al fianco orografico sinistro di una valle. Attraversati alcuni torrenti, con qualche panorama "verticalissimo" su Gaby, si rimonta una dorsale (qualche tratto è innevato anche all'inizio della stagione estiva) e si piega a destra a raggiungere l'alpeggio Grignaz superiore (1822m, 2h15').
Il ritorno è per il medesimo itinerario: si cala alla chiesa di San Rocco (1559m, 0h30'), si scendono i boschi fino alla sterrata e si raggiunge il parcheggio subito a valle di Zendelabaz (Tzendelabó) (1021m, 1h30').

 

#escursioni nella Valle del Lys: relazioni itinerari

  • Rifugio della Barma

    8/07/2018
    Portrait de locontim
    locontim
  • Col Lazouney, da Steina

    18/09/2016
    Portrait de massimo
    massimo
  • Punta Lazoney

    13/10/2012
    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Mont de Prial

    23/10/2010
    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Punta dei Tre Vescovi

    26/08/2006
    Portrait de massimo
    massimo
  • Balma di Oropa

    3/10/2009
    Portrait de massimo
    massimo
  • Col da Barma

    3/10/2009
    Portrait de massimo
    massimo
  • Lago Vargno

    3/10/2009
    Portrait de massimo
    massimo
  • Rifugio Alpenzù

    28/08/2015
    Portrait de massimo
    massimo
  • Col de Frudière, versante orientale

    Portrait de ivano_ruffoni
    ivano_ruffoni
  • Grignaz

    Portrait de ivano_ruffoni
    ivano_ruffoni
  • Colle della Vecchia

    Portrait de ivano_ruffoni
    ivano_ruffoni

Pages

Gaby: per saperne di più...