Champlong

Portrait de massimo
massimo
1 vote
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
4/01/2009
Difficoltà: 
WT2
Quota di partenza: 
1 700 m
Quota di arrivo: 
2 321 m
Dislivello: 
630 m
Lunghezza*: 
14.60 km
Tempo di salita o complessivo*: 
2h00'
Tempo di discesa: 
2h00'

Introduzione

Uno dei più bei percorsi per racchette da neve in Valle d'Aosta. Con buone condizioni di innevamento, questo itinerario circolare riesce ad offrire l'essenza del camminare in inverno.

Descrizione

Lasciata l'auto procedere lungo la strada per il [[Col Pilaz]] per circa 500m sino a raggiungere un primo tornante: abbandonare la strada, svoltando a destra. Superare la sbarra e proseguire in campo aperto, tenendosi sulle tracce del sentiero estivo; dopo un breve tratto pianeggiante si inizia a risalire una breve salita sino a raggiungere i casolari di Landasse (1836m, 0h15). Sempre al cospetto del Mont Tantané proseguire la salita in direzione del colle, posto poco sopra. Seguendo le tracce, se presenti, o procedendo semplicemente diritti si raggiungono dapprima i casolari di Valery (1909m, 0h30') e poco oltre quelli di Pilaz che precedono infine il Col Pilaz (1962m, 0h45').
Dal colle svoltare a destra ed iniziare a percorrere la pista poderale che dopo poche centinaia di metri si inoltra nel bosco di larice. Dopo un primo sussulto la salita procede regolare e conduce dapprima ai ruderi di Charey desot, rinvenibili sulla destra, ed in seguito, superato un breve pianoro, all'alpeggio di Charey damon (2241m, 1h30').
La marcia prosegue superando l'alpeggio sino a portarsi ai margini di un ampio pianoro per poi svoltare a destra seguendo la pista estiva. Si risale un breve gradino compiendo un ampia curva verso sinistra sino a portarsi sul ripiano che precede l'alpeggio. Lo scenario da qui in avanti è decisamente idilliaco, saliscendi continui tra i chiaroscuri che l'inverno sa disegnare da queste parti. La meta dell'escursione viene infine raggiunta, l'alpe Champlong (2321m, 2h00').
Ovviamente il percorso può chiudersi qui, rientrando sui propri passi... ma consiglio vivamente di proseguire il percorso sino a Chamois, in un circuito circolare estremamente suggestivo.
Dall'alpeggio proseguire in direzione nord transitando ai piedi di uno sperone roccioso e, dopo una bella diagonale si scollina verso Chamois. Si inizia a discendere sempre lungo la pista portandosi dapprima nei pressi di Cort (2184m) e poco più avanti raggiungendo Foresus (2070m, 3h00'): qui si svolta a destra e si percorre un breve tratto di pista sino ad un bivio, svoltare a sinistra ed iniziare la discesa verso Chamois. Si perdono circa 200m tenendosi al margine di un torrentello sino ad incontrare un nuovo bivio: ora svoltare a destra dirigersi verso gli abitati; si supera Crepin e si raggiunge infine Chamois (1836m, 4h00').
L'ultimo tratto del circuito si svolge lungo la pedonale che da Chamois conduce a La Magdeleine, 4 chilometri e mezzo praticamente pianeggianti. Al termine della pedonale si raggiunge nuovamente la strada per il Col Pilaz, si svolta a destra e ci si riporta al punto di partenza (1700m, 5h00').

Informazioni generali

Via:
Segnavia: -
Tipologia percorso: circolare
Periodo consigliato:
Pericolo Oggettivo:
Esposizione al sole:
Tratti esposti:
Acqua:

Riferimenti bibliografici

  •  

Accesso stradale

Galleria fotografica

Laghi di Champlong: ci siamo stati!

#ciaspolare in Valtournenche: relazioni itinerari

  • Puy-de-Saint-Evence

    27/12/2008
    Portrait de massimo
    massimo
  • Fenêtre d'Ersaz

    19/03/2003
    Portrait de massimo
    massimo

Pages

La Magdeleine: per saperne di più...