Rifugio Chaligne

Portrait de giancarloberetta
giancarloberetta
0 vote
+
Vote up!
-
Vote down!
Difficoltà: 
WT2
Quota di partenza: 
1 311 m
Quota di arrivo: 
1 936 m
Dislivello: 
625 m
Lunghezza*: 
13.35 km
Tempo di salita o complessivo*: 
2h30'
Tempo di discesa: 
1h30'

Introduzione

L’escursione si sviluppa sulle pendici orientali della Pointe de Chaligne e si svolge per la gran parte nel bellissimo bosco di conifere sempreverdi che la ricopre. E’ un po’ più lungo e con più dislivello dell’altro itinerario che sale da Petit Buthier ma meno frequentato e con la possibilità di incontrare esemplari di fauna alpina, di cui si vedono le numerosissime tracce lungo il percorso, e da cui si ha la sensazione di essere osservati dall’interno della fitta vegetazione. Il panorama rimane un po’ chiuso sulla poderale e si apre nella parte finale quando si arriva sui 1800m.

Descrizione

Lasciata l’auto ci si incammina oltre le abitazioni sulla strada asfaltata per qualche centinaio di metri superando, nei pressi di un tornante, il cartello di divieto di transito e più oltre si giunge ad una malga di fronte alla quale, su un muretto di una baita, si trova la partenza del sentiero con i segnavia dell’itinerario. Si prosegue sulla poderale costeggiando la baita sulla destra e, superata ancora qualche casetta, si arriva a Ronc Parme (1443m) dove appena oltre le baite ristrutturate si trovano i ruderi del vecchio alpeggio ed un crocifisso ligneo alla cui sinistra, sul muro a secco, ci sono i segnavia da seguire. Si costeggiano i ruderi sulla sinistra e si imbocca un evidente e largo sentiero e, dopo poco, si incontra un primo bivio segnalato sulle pietre; si segue ora un più stretto e un po’ più ripido sentiero, che lambisce il bosco. Ripresa più avanti la poderale si incontra una palina segnaletica (1596m) posta appena prima di una presa per l’acqua che ci indica di proseguire sulla sinistra. Lasciata la poderale per poco la si riprende appena sopra e ci si inoltra nel bellissimo bosco che ora si fa sempre più fitto e, camminando abbastanza a lungo su lievi pendenze, si arriva ad un blocco di cemento (1808m) dove è ben visibile la freccia col numero del sentiero che ci fa svoltare a sinistra. Abbandonata la poderale la pendenza ora aumenta di molto e, con uno strappo di poco più di un centinaio di metri, si costeggia il bosco e si traversa a destra per arrivare alla quota dell’alpeggio di Chaligne che si vede più oltre verso nord. Raggiunto l’alpeggio lo si supera e proprio sopra di esso si trova il rifugio.

Informazioni generali

Via:
Segnavia:
Tipologia percorso:
Periodo consigliato:
Esposizione al sole:
Pericolo Oggettivo:
Tratti esposti:
Attrezzatura utile:
Acqua:

Riferimenti bibliografici

  •  

Accesso stradale

Galleria fotografica

Rifugio Chaligne: tracce GPS

  • Rifugio Chaligne, da Crou

    31/12/2008
    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta

Rifugio Chaligne: ci siamo stati!

#ciaspolare nella Valle del Gran San Bernardo: relazioni itinerari

  • Col Citrin

    24/02/2011
    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Tsa de Chaligne

    18/12/2010
    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Mont de Flassin

    18/03/2010
    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Dortoir Baravex

    3/01/2009
    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Rifugio Chaligne

    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Tsa de Flassin

    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Arp du Jeu

    Portrait de massimo
    massimo
  • Tsa Nouva

    Portrait de massimo
    massimo
  • Colle del Gran San Bernardo

    8/01/2005
    Portrait de massimo
    massimo
  • Rifugio Chaligne, da Buthier

    Portrait de massimo
    massimo

Gignod: per saperne di più...