Rosa dei Banchi

Portrait de francorossi.geologo
francorossi.geologo
0 vote
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
21/10/2007
Difficoltà: 
F
Quota di partenza: 
2 110 m
Quota di arrivo: 
3 164 m
Dislivello: 
1 064 m
Tempo di salita o complessivo*: 
4h00'
Tempo di discesa: 
3h00'

Introduzione

Da Dondena si attraversa il corso d'acqua e si sale direttamente per sentiero nel vallone principale, senza seguire la strada sterrata che passa dal rifugio privato Dondena, ma ricollegandosi ad essa più oltre; si lascia la diramazione sulla destra per il Mont Glacier e poi quella per la Finestra di Champorcher, raggiungendo il lago di Miserin, che si costeggia sulla sinistra. Si sale quindi per magri pascoli, dossi e sfasciumi fino a raggiungere i resti del ghiacciaio dei Banchi, che si risale fino al colletto della Rosa. Si svolta ora a sinistra percorrendo la facile ma aerea cresta, dapprima su tracce di sentiero sul fianco sud, poi sul filo, fino a raggiungere alcune targhe commemorative in corrispondenza di un salto della cresta. Il percorso normalmente seguito prevede il superamento di tale salto sul fianco sinistro (Nord) per mezzo di una rampetta e una successiva paretina (II grado) proseguendo poi fino in vetta per la terminale cresta occidentale, ma è possibile in alternativa (e consigliabile nel caso il versante Nord sia innevato) eseguire un traverso su cenge mobili ma facili su tutto il fianco sud-ovest della montagna fino a prendere il filo della cresta meridionale che porta in cima, dapprima con alcuni passi di facile arrampicata (II) poi per detriti e sfasciumi.

Gita di ampio respiro nello splendida alta valle di Champorcher, oltre Dondena, tra ampie praterie purtroppo disturbate dai tralicci dell'alta tensione. A poco meno di metà percorso si trova il Lago di Miserin, uno dei più grandi laghi naturali della Valle d'Aosta. Oltre il colle della Rosa la cresta che conduce alla vetta è abbastanza facile, ma aerea, con un salto a circa metà percorso che si supera sul versante N (paretina di II grado), oppure in modo più semplice ma più delicato, con un traverso sul fianco sud-ovest della montagna per andare a raggiungere la cresta sud che sale altrettanto facilmente in vetta alla Rosa dei Banchi (passi di II più discontinui alternati a sfasciumi).

Descrizione

Informazioni generali

Via: da Dondena
Segnavia: -
Tipologia percorso: a/r
Periodo consigliato: giugno, luglio, agosto, settembre
Pericolo Oggettivo: -
Esposizione al sole: ovest
Grado alpinistico: II-
Tratti esposti: fianco sud-ovest (se si opta questa opzione di salita)
Attrezzatura: Cordino (opzionale)
Acqua: Dondena

Riferimenti bibliografici

  • SUCAI Torino, In cima: 78 normali nel Gran Paradiso, Blu Edizioni, Torino, 1998
  • Pietro Giglio e Matteo Giglio, Valle d'Aosta oltre il sentiero, CdA, Torino, 1993 ed edizioni successive

Accesso stradale

All'uscita del casello autostradale Autostrada A5 di Pont-Saint-Martin si svolta a sinistra e si imbocca la strada statale 26 sino a Bard; poco dopo si svolta a sinistra imboccando la strada regionale 2 per Champorcher. Si risale tutta la valle di Champorcher e sino al capoluogo, subito dopo si prende sulla destra la strada che porta al villaggio di Mont Blanc e prosegue poi in direzione di Dondena. La strada diviene sterrata e risale una buona parte del vallone sino a raggiungere i pascoli sottostanti Dondena: qui si può lasciare l'auto ai bordi della strada.
Per chi proviene dall'alta valle si consiglia l'uscita dall'autostrada a Verrès, si svolta a destra imboccando la strada statale 26 sino al bivio per Champorcher.
Superata la località Château si svolta a destra seguendo le indicazioni per Mont Blanc: si incomincia a percorrere un lungo tratto di strada, dapprima asfaltata e poi, dopo Mont Blanc, sterrata che ci condurrà sino nei pressi di Dondena: qui si può lasciare l'auto avendo cura di parcheggiarla bene in quanto non esiste un vero e poprio parcheggio.

Galleria fotografica

Rosa dei Banchi: ci siamo stati!

#alpinismo in valle di Champorcher: relazioni itinerari

  • Rosa dei Banchi

    21/10/2007
    Portrait de francorossi.geologo
    francorossi.geologo

Champorcher: per saperne di più...