Val Venegia

Portrait de fabiov
fabiov
0 vote
+
Vote up!
-
Vote down!
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
1 693 m
Quota di arrivo: 
2 170 m
Dislivello: 
477 m
Tempo di salita o complessivo*: 
2h00'
Tempo di discesa: 
2h00'

Introduzione

Breve itinerario naturalistico di eccezionale bellezza. Ci troviamo nel bosco del parco naturale di Paneveggio, popolato da cervi e caprioli, ma soprattutto famoso come la "foresta dei violini" per l'altissima qualità del legno ricavato dall'abete che popola questa valle del fiume Travignolo e che viene utilizzato per produrre le casse di risonanza dei pianoforti ed appunto violini. Infine è d'obbligo ricordare le qualità gastronomiche della Malga Venegiotta famosa per i suoi gnocchi fatti in casa alla ricotta affumicata e la polenta con "tosella" (formaggio fresco tipico di Fiemme e Primiero). Verso sera è possibile osservare il fenomeno dell'enrosadira (nei giorni di sole le Pale diventano di colore rosso).

Descrizione

Lasciata la macchina nell'ampio parcheggio gratuito di Pian dei Casoni (1.693m) si prende la larga carrozzabile che si addentra nel bosco, quasi in piano, al fianco del torrente che crea bellissime anse. In 20 minuti circa usciamo dal bosco e di fronte a noi si presenta un anfiteatro di guglie dolomitiche alto 1.000m : sono le pale di San Martino con la cima più alta Cimon della Pala (3.185 m). Sulla sinistra poco più in alto notiamo l'Agritur Malga Venegia (1.778m, sempre aperta nel periodo estivo e nei fine settimana del periodo invernale) e la baita Venegia (non custodita, aperta tutto l'anno), validi punti d'appoggio in caso di pioggia. Nei mesi estivi, questo punto è raggiungibile con pulmino navetta da Paneveggio o in macchina (parcheggio a pagamento), mentre nei mesi invernali una sbarra chiude la strada all'altezza del parcheggio di Pian dei Casoni dove in ogni caso consigliamo di lasciare macchina data la brevità della camminata e la bellezza del bosco. La strada prosegue per altri 20 min in falsopiano, con una leggera salita poco prima dell'arrivo. Passato un ponte in legno, la strada piega a sinistra e di fronte a noi troviamo la bella costruzione in pietra della Malga Venegiotta (1.824m – aperta solo nei mesi estivi) posta a ridosso delle Pale. Di qui il percorso, meno largo ma sempre ben tracciato, prosegue tra brevi tratti di salita e falsipiani fino all'ampio altopiano roccioso di Pian della Vezzana dove Gerard Depardieu ha girato il film “Mirka”. Proseguendo in leggero pendio si raggiunge la costruzione in legno della Baita Segantini (2.170m– circa 2h00' da Pian dei Casoni). La baita, punto di riparo e ristoro, è aperta solo nei mesi estivi. E' possibile ritornare lungo lo stesso percorso oppure scendendo sulla larga carrozzabile che in circa 40 minuti ci porta al passo Rolle e da qui in pulmann è possibile tornare a Paneveggio.

Informazioni generali

Via:
Segnavia:
Tipologia percorso:
Periodo consigliato:
Esposizione al sole:
Pericolo Oggettivo:
Tratti esposti:
Attrezzatura utile:
Acqua:

Riferimenti bibliografici

  •  

Accesso stradale

Galleria fotografica