Castello di Quart

0 vote
+
Vote up!
-
Vote down!
Portrait de inalto
inalto
Licenza Creative Commons: 
Creative Commons Licence
Castello di Quart
Photo credits: 
Castello di Quart ©2013 Massimo Martini

Introduzione

Descrizione

Il castello sorge all’imbocco della Valsainte a guardia dell’importante via di fondovalle. Le fonti storiche fanno risalire al 1185 la sua costruzione a opera della famiglia De Porta Sancti Ursi, che lasciarono alla fine del XII secolo la dimora alla Porta Praetoria di Aosta. In questo castello essi posero il centro giurisdizionale del loro ampio e importante feudo che si estendeva sul bacino a sud di Aosta e verso la Valpelline. La nobile famiglia, che dalla località finì per mutuare il nome De Quart, si estinse nel 1377 quando Henry de Quart morì senza lasciare eredi maschi. Il feudo passò sotto il diretto controllo dei Savoia sino al XVI secolo. Dopo vari passaggi di proprietà, nel 1951 il maniero fu acquistato dall’Amministrazione Regionale.
All’edificio, circondato da un parco con alberi monumentali, si accede tramite una rampa che sale lungo il fianco meridionale. Superato il portone e la prima corte, il percorso sale a spirale fino alla sommità rocciosa dove sorge il donjon, nucleo primitivo del complesso edificio; sui suoi muri sono stati ritrovati frammenti di decorazione ad affresco databili al XIV secolo, periodo al quale risale la trasformazione del castello da militare a residenziale.
Circondato da un possente muro di cinta munito di torri rotonde di avvistamento, il castello è composto da un insieme di corpi di fabbrica che comprendono ambienti di rappresentanza e di servizio, abitazioni, stalle e fienili. La cappella fu edificata all’inizio del XVII secolo su un edificio precedente; pregevoli gli stucchi del Gabuti, datati 1606.

Accesso stradale

Indicazioni per la visita

Bibliografia e collegamenti esterni

Castello di Quart: Photo Gallery

Castello di Quart: relazioni itinerari

Castello di Quart: ci siamo stati!

  • Trois Villes

    16/11/2013
    Portrait de massimo
    massimo

#castelli: per saperne di più...

#castelli, sul magazine!

  • Fondation Grand Paradis aderisce a Wiki Loves Monuments

    12/09/2013
    Portrait de massimo
    massimo

Timeline @Castello di Quart