Cima di Entrelor

Portrait de giancarloberetta
giancarloberetta
0 vote
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
8/02/2011
Difficoltà: 
WT4
Quota di partenza: 
1 676 m
Quota di arrivo: 
3 433 m
Dislivello: 
1 806 m
Lunghezza*: 
15.40 km
Tempo di salita o complessivo*: 
5h00'
Tempo di discesa: 
2h30'

Introduzione

Ascensione molto lunga e faticosa per la quale bisogna essere ben allenati per affrontare, oltre al notevole dislivello e la lunghezza (più di 15 km), pendii ripidi e quando si arriva già stanchi all’anticima, dove quasi tutti si fermano, la discesa e la successiva risalita della crestina rocciosa molto esposta dal lato Nivolet ed il pendio finale ancora ripido. Per la salita a questa vetta ci devono essere condizioni di neve ben assestata nella parte alta anche perché si svolge in un vallone esposto a nord e quindi sempre all’ombra nei mesi più freddi; in caso di nevicate recenti, dalle baite di Entrelor in poi, bisogna prestare attenzione ai carichi nevosi presenti sui pendii dove la coltre rimane, proprio per la sua esposizione, sempre polverosa senza compattarsi con gli strati su cui poggia. Dalla vetta infine il panorama è veramente superbo spaziando a 360° sia sul vicino gruppo dal Gran Paradiso che sui 3000 e 4000 della catena alpina e delle valli aostane, piemontesi e francesi.

Descrizione

Dall’uscita in fondo al parcheggio sotterraneo si svolta a sinistra e si oltrepassa il ponte sul torrente risalendo la pista di fondo verso destra e, prendendo alcune scorciatoie che tagliano i pochi tornanti, si raggiungono le baite di Pra del Bosco le quali si lasciano sulla sinistra per entrare nel bosco individuando una traccia che è quasi sempre presente. Saliti alcuni tornanti si giunge ad un bivio segnalato da paline (1892 m) al quale si prosegue salendo sulla destra con numerosi tornanti con pendenza variabile e, dopo un breve tratto un po’ più ripido, si arriva ad una croce lignea situata in un bel punto panoramico (2115 m). Rimanendo sulla sinistra si compie un breve traverso costeggiando i pochi alberi e si continua ora in falso piano addentrandosi nell’ampio vallone lasciando un po’ lontano le baite di Entrelor che si trovano tra i dossi sulla destra; da qui ci si dirige verso l’ampio pendio che si trova in fondo al vallone verso destra camminando su ondulazioni del terreno che non presentano tratti ripidi passando con alcuni tornanti nei punti di minor pendenza. Proseguendo oltre ci si avvicina al pendio che, diventando ripido, si rimonta con qualche zig-zag un promontorio nevoso dove diminuisce di poco la pendenza spostandosi poi leggermente a destra per raggiungere, sotto l’incombente versante della Becca Tsambeina, l’ingresso di un piccolo vallone che si alza sulla sinistra e che si percorre con un traverso arrivando sotto ad un ripido risalto. Superato direttamente quest’ultimo con qualche tornante ripido si arriva ad un piccolo falsopiano dove, più avanti con un ultimo traverso un po’ lungo ed esposto, si raggiunge una spalletta e si svolta a destra entrando in un'altra piccola valle dove ci si trova davanti ad un ampio e ripido pendio che si trova sotto le ultime propaggini del piccolo ghiacciaio di Entrelor la cui testata si può vedere un po’ più in alto sulla destra. Continuando la salita si raggiunge un colletto abbastanza ampio (3275 m) al quale si svolta a destra dirigendosi verso la vicina anticima dalla cui puntina si vede di fronte l’ultimo pendio che si deve risalire per raggiungere la vetta; da questo punto si deve scendere disarrampicando su una ripida crestina rocciosa per una ventina di metri (II°, esposto dal lato Nivolet) arrivando ad un intaglio dal quale inizia la dorsale di salita alla punta vera e propria. Dall’intaglio si prosegue sull’ampia cresta puntando verso un piccola e bassa fascia rocciosa che si supera direttamente o, se la cornice lo permette, contornandola a sinistra percorrendo un ultimo tratto ripido alla sommità del quale si trova l’omino di vetta.

Informazioni generali

Via:
Segnavia:
Tipologia percorso:
Periodo consigliato:
Esposizione al sole:
Pericolo Oggettivo:
Tratti esposti:
Attrezzatura utile:
Acqua:

Riferimenti bibliografici

  •  

Accesso stradale

Galleria fotografica

Cima di Entrelor: Photo Gallery

#ciaspolare in Val di Rhêmes: relazioni itinerari

  • Col Gollein

    12/02/2011
    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Cima di Entrelor

    8/02/2011
    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Champromenty

    27/12/2009
    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Casotto di Sort

    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Plan di Feye

    2/03/2008
    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Verrogne

    27/12/2004
    Portrait de massimo
    massimo

Rhêmes-Notre-Dame: per saperne di più...