Prapremier

Portrait de massimo
massimo
0 vote
+
Vote up!
-
Vote down!
Difficoltà: 
WT2
Quota di partenza: 
1 615 m
Quota di arrivo: 
2 011 m
Dislivello: 
396 m
Tempo di salita o complessivo*: 
1h15'
Tempo di discesa: 
0h45'

Introduzione

Itinerario poco conosciuto ma dal grande fascino. Il territorio di Saint-Marcel dispone di una posizione strategica: la centralità nella Valle d'Aosta permette di assaporare stupendi scorci panoramici.

Descrizione

Lasciata l'auto nei pressi della frazione Les Druges Hautes (1615m) ci si incammina verso le case del villaggio, da qui diparte una traccia, spesso battuta da motoslitte, che si incunea nei boschi. Si aggirano i caseggiati a destra e si incontra subito il segnale di divieto di transito della strada poderale che conduce agli alpeggi di Fontaine Froide. Si risale il bosco di larici ed abeti dapprima superando un tratto abbastanza ripido, in seguito il percorso spiana leggermente; superato un tornante si incontra un piccolo chalet in legno (1700m, 0h10') e poi si prosegue la salita con un lungo tratto rettilineo che porta sotto i pascoli di Fontaine Froide: la strada con due ampi tornanti si porta all'altezza di questo suggestiva oasi montana (1815m, 0h40'). Giunti all'alpeggio è d'obbligo una pausa contemplativa: la vista sul Cervino e tutto il gruppo del Monte Rosa è davvero indimenticabile. Si riparte svoltando a sinistra sopra gli alpeggi; il percorso, sempre immerso nel bosco, procede con dislivello costante sino a raggiungere una piccola radura pianeggiante ove si incontra una palina in legno indicante l'alpe Bren: da qui si incomincia ad intravedere il panettone nevoso del Mont Roux (2277m) detto anche Tramail della Rossa. Il tracciato si spinge verso lo spartiacque con la Valle della Clavalité e raggiunge un'altra radura che ci permette di godere di una splendida veduta sulle cime orientali di questa selvaggia vallata. Da qui, in pochi minuti si raggiunge l'alpe Bren (1960m, 1h00') ed il suo caratteristico Cristo in legno. Lasciato questo suggestivo scorcio d'antan si prosegue per l'ultimo tratto di salita che ci separa dalla meta: un quarto d'ora di cammino e si raggiungono infine i casolari di Prapremier (2011m, 1h15').
Da quassù si può godere di un'ottima vista panoramica, leggermente più ristretta rispetto a Fontaine Froide, ma sicuramente si può rimanere avvolti dal silenzio che rende questo luogo molto affascinante.
Il ritorno si percorre sullo stesso itinerario dell'andata.

Da Prapremier si può proseguire alla volta del Mont Corquet e del Mont Roux: essendo itinerari che presentano dei traversi molto ripidi, sincerarsi precedentemente sulle condizioni nivometeorologiche.

Informazioni generali

Via:
Segnavia:
Tipologia percorso:
Periodo consigliato:
Esposizione al sole:
Pericolo Oggettivo:
Tratti esposti:
Attrezzatura utile:
Acqua:

Riferimenti bibliografici

  • Massimo Martini, Tracce Lievi, Martini Multimedia Editore, Saint-Vincent, 2007

Accesso stradale

Galleria fotografica

Prapremier: ci siamo stati!

#ciaspolare nella Valle d'Aosta centrale: relazioni itinerari

  • Comboé

    2/11/2012
    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Punta Oilletta

    14/01/2012
    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Becca France

    1/01/2012
    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Bivacco Arno - Piatta de Grevon

    9/12/2011
    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Punta Chaligne

    13/01/2011
    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Col des Bornes

    4/12/2010
    Portrait de massimo
    massimo
  • Col Plan Fenêtre

    2/01/2010
    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Chamolé

    2/01/2010
    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Col d'Arlaz

    Portrait de massimo
    massimo
  • Mont de Poignon

    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Lavesé

    Portrait de massimo
    massimo
  • Mont Ros dèsot

    Portrait de massimo
    massimo

Pages

Saint-Marcel: per saperne di più...