Il sentierone della Valle Verzasca

Portrait de UpTheHill
UpTheHill
0 vote
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
21/11/2009
Quota di partenza: 
490 m
Quota di arrivo: 
940 m
Dislivello: 
750 m
Lunghezza*: 
17.00 km

Escursione deliziosa per chi ama il trekking. Il sentiero, marcato T2 secondo la classificazione svizzera, non presenta nessuna difficoltà.

Dal bivio di Vogorno si prende il sentiero che si svolge lungo il lato Ovest (lato destro orografico), mentre i paesini restano sull'altro lato. Si percorre il bosco fino a Lavertezzo (visitare il ponte a doppia arcata romana), da dove si continua fino a congiungersi con la strada principale.

Qui si attraversa il ponte, e ci si porta sulla sponda sinistra orografica, per risalire verso Brione scollinando oltre alla rapida che forma il fiume. Da Brione si resta sullo stesso lato, passando Gerra e Lorentino, dove si trova un agriturismo aperto unicamente nei mesi estivi.

Poco dopo Lorentino occorre passare nuovamente il fiume sul ponte della strada principale, per riportarsi sul lato destro, che si tiene fino ad arrivare a Sonogno.

A Sonogno da visitare il mueso della lana: in questo villaggio tutta la lavorazione viene fatta ancora con mezzi artigianali.

Sonogno è il punto di partenza ideale per ascendere il Pizzo Barone, arrivare alla capanna Efra con il suo laghetto, oppure affrontare il Passo di Redorta che porta in Vallemaggia, a Prato Sornico.

La valle è molto incassata, aspra e selvaggia, con continui getti d'acqua e cascate. La sinfonia del fiume e dell'acqua accompagna il gitante per tutta l'escursione, e il fiume Verzasca delizia gli occhi con le sue acque di smeraldo.

Rientro da Sonogno al Bivio di Vogorno con l'autopostale.

Descrizione completa con mappa, foto e testo.