Bivacco Rainetto

Portrait de massimo
massimo
0 vote
+
Vote up!
-
Vote down!
Difficoltà: 
T3
Quota di partenza: 
1 659 m
Quota di arrivo: 
3 047 m
Dislivello: 
1 388 m
Lunghezza*: 
13.70 km
Tempo di salita o complessivo*: 
4h00'
Tempo di discesa: 
3h00'

Introduzione

Escursione per puristi della montagna in ambiente austero ma di grandissimo pregio paesaggistico. L'arrivo al bivacco è ripagato dall'imponente panorama e dalla presenza di stambecchi spesso non spaventati dalla presenza umana.

Descrizione

Lasciata l'auto ci si incammina superando la sbarra che chiude di fatto la circolazione della strada e si procede lungo la stessa superando un paio di tornanti (vi sono scorciatoie che li tagliano). Lentamente si prende quota seguendo la strada che costeggia la Doire du Val Veny; dopo aver incontrato sulla sinistra, una fascia rocciosa bianca di origine calcarea, la strada effettua una piccola curvatura per superare uno smottamento. Si prosegue lungo la stradina sino a raggiungere il lago Combal (1959 m, 0h45'), poco prima del ponticello si svolta a destra e ci si incammina brevemente lungo la sterrata sino a raggiungere i pressi del Bar Combal: qui si incontra una palina con le indicazioni per il bivacco. Si imbocca un comodo sentiero che con leggeri saliscendi costeggia l'imponente morena del ghiacciaio del Miage. Lungo questo tratto si può apprezzare il bel panorama sull'alta Val Veny con il lago Combal in primo piano e sullo sfondo le particolari conformazioni rocciose delle Pyramides Calcaires. Al termine del tratto lungo la morena (1983 m, 1h00') il sentiero svolta a sinistra ed inizia ad inerpicarsi sugli irti pendii discendenti dal Mont Tseuc. Si abbandona definitivamente la vegetazione ad alto fusto e si percorre il sentiero tra macchie di ginepro, prateria alpina alternate con tratti con semplici roccette; si procede in diagonale per portarsi alla base del vallone che si incunea tra l'Aiguille de Combal ed il Mont Tseuc. Al termine della diagonale (2210 m, 1h30') il sentiero inizia decisamente a risalire il vallone sino ad incontrare la biforcazione con un altra via per il bivacco (2381 m, 2h00'): si prosegue verso destra e, poco dopo, si attraversa un placido torrentello di acque di fusione. Si procede ora sulla destra orografica del corso d'acqua portandosi ai piedi delle pareti dell'Aiguille de Combal attraversando alcuni tratti con roccette: semplici passaggi da non sottovalutare. Si abbandonano le ultime tracce vegetative entrando in un primo bacino di formazione glaciale ove è rimasto ormai solo un piccolo nevaio. Poco dopo il nevaio si supera una balza rocciosa seguendo i bolli gialli che indicano di superare una cengia e portarsi verso sinistra. L'ambiente diviene aspro e suggestivo, offrendo sempre la consapevolezza di non essere mai soli: gli stambecchi osservano il nostro passo lento. Superata la balza si procede su sfasciume e pietraia portandosi verso sinistra per risalire un caratteristico intaglio al termine del quale si raggiunge un colletto tra l'Aiguille de Combal ed il risalto roccioso sul quale è posato il bivacco (2815 m, 3h15').
Si continua a salire seguendo i bolli gialli ed alcuni radi ometti che permettono di riprendere il sentiero che si alterna a lunghi tratti di roccia, a volte è necessario l'uso delle mani, sino a raggiungere una breve pausa pianeggiante dalla quale si intravede il bivacco. L'ultimo tratto prevede sempre roccette, ma la vista sul Monte Bianco ed il contatto visivo con il rosso bivacco la fanno sembrare veramente breve; superata l'ultima balza rocciosa si raggiunge infine il Bivacco Rainetto (3047 m, 4h00') e la sua caratteristica croce in metallo riempita di pietre.
Inutile dire che da quassù il panorama è eccezionale: davanti a noi tutta la Valle d'Aosta, alcune alte cime della Savoia; alle nostre spalle c'è il Petit Mont Blanc ed il Monte Bianco in tutto il suo splendore.
La discesa avviene lungo il medesimo itinerario percorso in salita (3h00').

Informazioni generali

Via:
Segnavia:
Tipologia percorso:
Periodo consigliato:
Esposizione al sole:
Pericolo Oggettivo:
Tratti esposti:
Attrezzatura utile:
Acqua:

Riferimenti bibliografici

  •  

Accesso stradale

Galleria fotografica

Bivacco Rainetto: ci siamo stati!

  • Bivacco Rainetto

    Bivacco Rainetto

    23/08/2006
    Portrait de massimo
    massimo

#ai piedi del Bianco: relazioni itinerari

  • Aiguille des Angroniettes

    3/08/2012
    Portrait de giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Col de la Seigne

    29/08/2010
    Portrait de massimo
    massimo
  • Aiguille d'Artanavaz

    Portrait de benedetto
    benedetto
  • Bivacco Comino

    18/06/2006
    Portrait de massimo
    massimo
  • Rifugio Bonatti

    Portrait de massimo
    massimo
  • Col de Malatra

    Portrait de ivano_ruffoni
    ivano_ruffoni
  • Mont Crammont

    15/08/2009
    Portrait de Inuk
    Inuk
  • Bivacco Rainetto

    Portrait de massimo
    massimo
  • Bivacco Hess

    9/08/2006
    Portrait de massimo
    massimo
  • Cabane du Trient

    Portrait de mbuffa
    mbuffa
  • Rifugio Elena

    Portrait de vittorio
    vittorio
  • Bivacchi Fiorio

    24/06/2005
    Portrait de massimo
    massimo

Pages

Courmayeur: per saperne di più...