Monte Basòdino

Portrait de gasgas
gasgas
0 vote
+
Vote up!
-
Vote down!
Quota di partenza: 
1 740 m
Quota di arrivo: 
3 273 m
Dislivello: 
1 533 m
Tempo di salita o complessivo*: 
4h30'
Tempo di discesa: 
3h00'

Introduzione

Bella gita dal percorso iniziale un po' noioso per il percorso che incrocia più volte la carrozzabile per il Rifugio Maria Luisa, ma sicuramente affascinante e panoramica nella seconda parte dopo il Lago Castel.

Descrizione

Dal parcheggio nei pressi di Riale (1740m) adiacente la strada carrozzabile per il Rifugio Maria Luisa, salire direttamente per i sentieri (a nord) che tagliano la strada fino ad arrivare alla piana superiore, percorrerla e prima di arrivare al Rifugio deviare a destra (indicazioni) per il Lago Castel 2216m. Seguire il sentiero che costeggia tutto il lago sulla sponda destra e, sempre per la stessa direzione, divallare tramite una sella in una valletta che immette ai piani del Ghighel. Da qui si possono scegliere due itinerari di salita:

  1. seguire la valletta e iniziare ripida salita ad est fino a raggiungere la cresta sud-ovest del Kastelhorn, da qui deviare a destra (Sud-Est) attraversando in leggera salita ciò che resta del ghiacciaio occidentale del Monte Basodino. Raggiunto il Passo d'Antabbia, percorrere la cresta sud composta da sfasciumi e blocchi di roccia (PD) fino a raggiungere l'anticima (cima meridionale) del Monte Basodino 3232m dalla quale proseguendo su cresta si raggiunge la cima settentrionale (3273m).
  2. (percorso più lungo ma facile) proseguire verso sud fino a raggiungere il Lago Nero 2522m e da qui salire in direzione est fino al passo d'Antabbia, proseguendo poi come per l'itinerario precedente.

Discesa per lo stesso percorso di salita (consigliato percorso 2).

Non dare troppo affidamento agli ometti di sassi indicatori poiché sono pochi e posti male.

Autore

  • Consulta tutte le relazioni di alpinismo di Mario Pin
  • Consulta la pagina di [[Mario Pin]]

Bibliografia

  • Renato Armelloni, Alpi Lepontine, Guida dei Monti d'Italia, CAI-TCI, 1986

Cartografia

  • Guide Kompass – Domodossola n.89
  • IGC, Domodossola e Val Formazza, scala 1:50000