Passo Pedena

Portrait de Cai56
Cai56
0 vote
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
13/11/2011
Difficoltà: 
WT2
Quota di partenza: 
1 140 m
Quota di arrivo: 
2 234 m
Dislivello: 
1 094 m
Tempo di salita o complessivo*: 
3h00'
Tempo di discesa: 
2h00'

Introduzione

Il Passo Pedena, larga apertura fra il Monte Fioraro (o Azzarini) 2431 m e il Pizzo Pedena 2399 m, è l'unico punto di passaggio possibile fra la convalle di Tartano e la Valle del Bitto di Albaredo: ambedue i versanti sono ricchi di pascoli e le numerose alpi sono tuttora caricate nel periodo estivo. Ci si trova inoltre sul percorso della "Gran Via delle Orobie", splendido trekking ben poco frequentato nella sua interezza per la scarsità di appoggi logistici e la segnaletica a terra ormai deteriorata.

Descrizione

Dal parcheggio in contrada Biorca 1140 m si cammina lungamente sulla pista forestale che percorre la Val Corta sul fondovalle fino al bivio presso la contrada Barbera 1298 m: lasciata la pista che attraversa il torrente diretta alla Val di Lemma, si imbocca la mulattiera della Val Bùdria che prosegue con alcune brevi e brusche risalite al fianco delle acque. Alternando l'attraversamento di alcuni valloni laterali franosi e alluvionali a pascoli punteggiati dai cumuli di sassi dello spietramento, si raggiungono le costruzioni della Casera di Val Bùdria 1488 m. Da qui la traccia si fa meno evidente nel pascolo paludoso, ma, avvicinandosi alla barriera rocciosa al fondo della valle, alla destra di una cascata, si ritrova il passaggio: il sentiero diventa ben presto una bellissima mulattiera a gradoni lastricati, a tratti scavata in cengia artificiale con protezioni a valle per la sicurezza del bestiame. Arrivati ai terrazzi superiori della valle, si raggiunge l'Alpe Saroden, due baite e un baitone (lungo porticato ad uso stalla per i periodi di maltempo) con ampi recinti di muro a secco. Risalendo proprio alle spalle del baitone, si rimonta una spalla abbondantemente rocciosa che porta in vista del passo; un traverso a destra permette di evitare terreni inutilmente ripidi fino a toccare le rocce basali di un'anticima del Pizzo Pedena. Da qui, in obliquo a sinistra, si raggiunge il vasto spazio del Passo Pedena 2234 m.
Bello il punto di vista verso il gruppo del Pizzo dei Tre Signori e grandiosa - alle spalle - la veduta sulle cime del Masino - Disgrazia - Bernina.
Ritorno per la via di andata.

Informazioni generali

Via:
Segnavia:
Tipologia percorso:
Periodo consigliato:
Esposizione al sole:
Pericolo Oggettivo:
Tratti esposti:
Attrezzatura utile:
Acqua:

Riferimenti bibliografici

  •  

Accesso stradale

Galleria fotografica

Passo Pedena: ci siamo stati!

#ciaspolare in Valtellina: tracce GPS

Tartano: per saperne di più...