Giübin e Pizzo Prevat

Portrait de Cai56
Cai56
0 vote
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
14/08/2013
Difficoltà: 
T4
Quota di partenza: 
2 091 m
Quota di arrivo: 
2 876 m
Dislivello: 
785 m
Lunghezza*: 
16.50 km
Tempo di salita o complessivo*: 
3h30'
Tempo di discesa: 
3h00'

Introduzione

Gita panoramica in una valle laterale al Passo del S.Gottardo che percorre un lungo tratto di cresta al confine fra i cantoni Ticino e di Uri, fra "nord e sud delle Alpi". L'ambiente, particolarmente selvaggio nei suoi altopiani pietrosi, è ingentilito da numerosi laghetti di fusione nivale che hanno come sfondo il bacino artificiale di fondovalle.
NOTA: tutta la vallata è poligono di tiro d'artiglieria della piazza d'armi di Airolo [crateri e frammenti di granata si trovano spesso nelle aree di alta quota; casematte di controllo sono sparse ovunque]. Si presume che le eventuali operazioni in corso vengano rese note in corrispondenza delle vie di accesso.

Descrizione

Dal piazzale 2091m si percorre la strada asfaltata della Valle della Sella fino alla diga (Lago della Sella 2257m) e ne si attraversa tutto il camminamento fino alla riva opposta; dopo poche decine di metri si abbandona la stradetta sterrata per salire una breve scalinata a destra. Da qui si inizia una lunga salita fra pascoli insolitamente abbondanti di fiori e costolature rocciose ( notare la presenza di affioramenti di masse di quarzi compatti, frequenti peraltro in tutta la valle) che formano successivi terrazzamenti panoramici. Infine si raggiunge il Cascinone 2522m (costruzione militare), ad un crocevia di sentieri; tralasciando la segnaletica, conviene raggiungere al più presto la cresta soprastante seguendo una vecchia evidente traccia di mezzi meccanici. A Q2596m ci si affaccia sui precipizi erbosi a picco sulla sottostante Val Canaria: ci si trova alla base - verso ovest - della elevazione del Posmeda 2616m; proseguendo invece in direzione opposta, su tracce di sentiero, si oltrepassa la vaga depressione del Passo Posmeda 2569m e si raggiunge il bel sentiero che proviene dal Cascinone. Seguendolo verso NE (verso il Passo della Sella) si arriva sotto la verticale del Giübin 2776m (tondeggiante sommità molto nota e frequentata per il panorama, rivolto verso tre diverse valli), che si può raggiungere con una breve deviazione su terreno sassoso. Proseguendo invece verso N si raggiunge con breve discesa il valico del Passo della Sella/Sellapass 2703m, al confine con la Valle di Andermatt (Cantone di Uri). Da qui, solo con pochissime tracce di passaggio, si continua sulla cresta in direzione N: si procede alternando passaggi su pietraia e passaggi di facile arrampicata su rocce affioranti, grossi massi accatastati e lisce placche, il tutto in un curiosossimo ambiente geologico di pietre di vari colori alternate in strati sovrapposti. Senza ulteriori difficoltà si raggiunge - segnalata solo da un piccolo ometto - la vetta del Pizzo Prevat 2876m. Per il ritorno è possibile effettuare un tragitto parzialmente diverso. Dalla vetta, seguendo la via di salita e poi - dal Passo della Sella - il sentiero segnalato, ci si riporta al Cascinone: qui, trascurando il sentiero di salita, si seguono i segnali che che scendono direttamente a valle. Dopo alcuni tornanti e un traverso si raggiunge la larga traccia della carrabile militare per il Cascinone: assecondandone i comodi tornanti e traversi si scende al ponte Q2306m nei pressi della Cascina di Val Torta, sulle rive del Lago della Sella. Seguendo lungamente la pista agricola sul lato settentrionale del lago, si raggiunge il muraglione della diga e, da qui, lungo il percorso di andata, fino al Passo del S.Gottardo.

Informazioni generali

Via: dal Passo del San Gottardo
Segnavia: bianco/rosso/bianco
Tipologia percorso: parzialmente circolare
Grado alpinistico: II-
Periodo consigliato: luglio, agosto, settembre, ottobre
Pericolo Oggettivo: terreno sassoso instabile, disorientamento in caso di scarsa visibilità
Esposizione al sole: sud
Tratti esposti: -
Acqua: -

Riferimenti bibliografici

  •  

Accesso stradale

Da Milano si raggiunge la Svizzera e da Chiasso, attraverso l'autostrada del Gottardo o la cantonale per Bellinzona, si arriva ad Airolo in Valle Leventina. Da qui si sale al Passo del S.Gottardo con la moderna cantonale (o meglio con la più interessante via ottocentesca). Girando attorno all'edificio dell'Ospizio benedettino, si raggiunge un piazzale sterrato all'inizio di una strada agricola chiusa al traffico non autorizzato.

Galleria fotografica

Pizzo Prevat: ci siamo stati!

#escursioni in Val Leventina: relazioni itinerari

  • Giübin e Pizzo Prevat

    14/08/2013
    Portrait de Cai56
    Cai56

Airolo: per saperne di più...