Rifugio Berti

Portrait de LaDella
LaDella
1 vote
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
31/08/2011
Difficoltà: 
T3
Quota di partenza: 
1 636 m
Dislivello: 
465 m

Report della gita

Passeggiata circolare che noi abbiamo preferito fare in senso antiorario in quanto preferiamo fare i tratti piu’ ripidi in salita anziche’ in discesa. Prendiamo il sentiero 15A che sulle palline e’ a volte semplicemente segnato come 15. Si tralascia il sentiero 24 sulla sinistra e si prosegue in salita fino ad arrivare ad un crocevia. Qui le palline indicano il sentiero 15 sulla destra. Il sentiero sulla sinistra porta alla Forcella Plan della Biscia. Noi proseguiamo diritto. Il sentiero e’ ben segnato e marcato da bollini rossi. Si prosegue su terreno ripido e friabile (terriccio e pietre) e alquanto lungo. Salendo si incontrano tratti in cui puo’ essere opportuno usare le mani e infine si trovano alcuni tratti attrezzati con cavi fissi.
Arrivati finalmente alla forcella, noi siamo scesi sul sentiero di destra, anche questo parecchio scivoloso, mentre sulla sinistra abbiamo visto un baldo giovane, chiaramente molto piu’ allenato di noi, che scendeva correndo!!
Arrivati al Lago di Popera, si segue il comodo sentiero 101 fino al Rifugio Berti (1950m). Da li si segue il sentiero 152.
Attenzione, nonostante detto sentiero sulla cartina sia marcato come un tranquillo sentiero di montagna, si trova invece su terreno friabile e molti tratti sono crollati quindi bisogna fare molta attenzione in quanto non ci sono funi metalliche a rendere piu’ agevole l’avanzata.
Arrivati alla Forcella dei Camosci il sentiero si fa piu’ sicuro. Il Bivacco Piovan (2070m) è ormai in vista dietro alla Pala Ciapel.
Si scende seguendo il sentiero 123/164 fino al Rifugio Lunelli (1568m)
Per il rientro non abbiamo preso la via piu’ diretta (sentiero 171) perche’ comportava un’altra risalita di 400m ma abbiamo optato per il piu’ lungo ma meno ripido sentiero 155 che si trova sulla sinistra della carrabile (rifugio alle spalle) – palline indicatrici.
Il sentiero passa dapprima su strada, poi per il bosco dove i tratti piu’ ripidi sono assicurati da cavi e corrimano di legno, per diventare poi ampio e agevole fino a riportarci al Passo Montecroce. (1636m)

Informazioni generali

Condizioni via o sentiero:
Pericolo Oggettivo:
Tratti esposti:
Rischio valanghe:
Affollamento:

Condizioni meteo

Cielo:
Temperatura:
Condizioni neve:
Condizioni ghiacciaio:

Avvistamenti

Fauna:
Flora:

Galleria fotografica

Rifugio Berti: ci siamo stati!

  • Rifugio Berti

    31/08/2011
    Portrait de LaDella
    LaDella

Rifugio Berti: relazioni itinerari