Rifugio Bonze

Portrait de locontim
locontim
0 vote
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
16/07/2016
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
1 311 m
Quota di arrivo: 
1 860 m
Dislivello: 
700 m
Tempo di salita o complessivo*: 
4h30'

Introduzione

Il Rifugio Alpe Bonze,  nel vallone di Fer  sopra Donnas (Ao)

Descrizione

Il meteo era previsto ottimo e così è stato... Stupenda gita in valle d'Aosta al rifugio Alpe Bonze.   Si continua a destra lungo la nuova strada bianca. Più avanti, è chiusa da una sbarra, ma a piedi la si supera.  Spicca proprio una bella vista su Pont San Martin tra gli alberi e si superano diversi alpeggi, che ora hanno assunto un certo valore grazie alla nuova strada. Abbiamo seguito la pista fino al termine dove ha inizio il sentiero vero e proprio (30’).  Si attraversa un ponte e si taglia a lungo il versante della montagna con diversi saliscendi, prima del bosco poi in un ambiente un po' più aperto. Si superano alcuni ruscelli e, a tratti, l’acciottolato è proprio in buono stato.    Invece, in alcuni punti si fatica di più. Piano piano, salendo di quota si incomincia a vedere il gruppo del Rosa e il Cervino nella sua interezza. Finalmente, si supera un ultimo costone e si sale in maniera più decisa presso l'ormai visibile rifugio (1h25). Nell’ultimo tratto, i panorami sono più aperti. La struttura viene raggiunta arrivando da sinistra e attraversando un  torrente (35’). Il rifugio  (Sito dedicato:  http://www.rifugioalpebonze.it rifugio aperto da metà giugno a metà settembre) è disponibile da poco ed è frutto della ristrutturazione di un vecchio alpeggio con tre edifici. E' situato a 1860 m, ma il dislivello è di circa 630 m per i vari saliscendi. Noi con calma e guardando bene tutto intorno durante la salita, come è giusto che sia, abbiamo impiegato in tutto 2h30.
L'accoglienza dei gestori è calorosa; purtroppo, non essendo ancora ben collegato con altri percorsi più famosi, la frequentazione è limitata. La cucina è ben curata e abbiamo mangiato molto bene spendendo con menu fisso 20 euro dagli antipasti al dolce e caffè, compresa un ottima polenta con formaggio, salsiccia e carne (oltre l’assaggio di alcune confetture particolari…). Dopo chiacchieriamo ancora un po’ con i gestori che ci raccontano le loro vicende e ci fanno vedere il lontano  rif. Coda, appena visibile .  Da ultimo, facciamo una breve digressione sopra la struttura da un bel prato, una cascatella e con vista da una quota ancora maggiore del gruppo del Rosa e del Cervino.
E' molto tardi, quando ripartiamo! La discesa è un minimo disagevole e in più bisogna affrontare ancora i saliscendi (circa +70  di disl.) Non si va veloci e impieghiamo circa 2h per tornare all'auto (dislv. tot. A e R 700 m approssimativamente). Il Meteo è stato super e non troppo caldo, Dif. E.  4h30 Tot.

Foto  gita:
http://cralgalliera.altervista.org/RifugioAlpeBonze016.pdf
http://cralgalliera.altervista.org/altre2016.htm

A breve tutte le foto delle gite in Valle d'Aosta al link
http://cralgalliera.altervista.org/GiteValleDAosta.htm

 NB: in caso di gita, verificare, sempre, con FIE, Cai, eventuale Ente parco o altre Istituzioni, pro loco, ecc., che non ci siano state variazioni che abbiano aumentato le difficoltà! Si declina ogni responsabilità. Il presente testo ha solo carattere puramente indicativo e non esaustivo.

Info Sezione Escursionismo Cral Galliera:  http://www.cralgalliera.altervista.org/esc.htm
gite 2016 al link:  http://www.cralgalliera.altervista.org/gite016.pdf

Informazioni generali

Via:
Segnavia:
Tipologia percorso: a/r
Periodo consigliato: maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Esposizione al sole:
Pericolo Oggettivo:
Tratti esposti:
Attrezzatura utile:
Acqua:

Riferimenti bibliografici

  •  

Accesso stradale

Si esce a Point S.Martin dall'autostrada, svoltando a sinistra. Poco dopo si gira ancora a sinistra per Grand Vert e Clapey. Si usa il sottopasso dell'autostrada e il ponte sulla Dora. Prima di Grand Vert, da una area giochi,  si va a destra per salire sulla collina di Vert su una strada a tornanti sempre più stretta (11 km  - ad un bivio, con cartelli del rifugio, andare a sinistra) che, negli ultimi 4,5 km, è sterrata (a tratti asfaltata vicino alle case che si sfiorano). Appena sopra l'alpeggio di Visey (1311 m), da un bivio, si parcheggia. Si ignora il divieto posto in localita’ Prapousaz, senza richiedere l'autorizzazione al transito (come confermato dal gestore del rifugio).

Galleria fotografica

Rifugio Bonze: tracce GPS

  • Rifugio Bonze, da Visey

    23/08/2014
    Portrait de massimo
    massimo

Rifugio Bonze: ci siamo stati!

#escursioni in bassa Valle d'Aosta: relazioni itinerari

  • Miniera di Hérin

    5/10/2016
    Portrait de massimo
    massimo
  • Rifugio Bonze

    16/07/2016
    Portrait de locontim
    locontim
  • Col de la Cou

    1/05/2011
    Portrait de massimo
    massimo
  • Truc Chaveran

    4/05/2014
    Portrait de massimo
    massimo
  • Aveuil

    23/05/2010
    Portrait de massimo
    massimo
  • Verale

    9/05/2010
    Portrait de massimo
    massimo
  • Alpe Seura

    9/05/2008
    Portrait de maria grazia s
    maria grazia s
  • I Pian

    Portrait de massimo
    massimo
  • Pioule

    Portrait de maria grazia s
    maria grazia s
  • Barma di Ban

    Portrait de gian
    gian
  • Tête de Cou

    Portrait de massimo
    massimo
  • Croix de Saint-Gilles

    Portrait de massimo
    massimo

Pages

Donnas: per saperne di più...