Daone Ice Master 2009

Venerdì, 16 Gennaio, 2009 - 00:00
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!

Una struttura più alta e spettacolare, vie più difficili: ecco le prime novità dell'Ice Master World Cup 2009

Mentre in Valle di Daone i volontari si dedicano con pazienza alla nuova struttura che ospiterà le gare a partire da venerdì 16 gennaio, gli organizzatori della tappa Trentina (unica Italiana) di Coppa del Mondo di arrampicata su ghiaccio raccolgono le prime iscrizioni. I più forti specialisti mondiali, di cui russi, coreani, belgi e olandesi hanno già inviato le proprie iscrizioni, i "ragni" italiani, svizzeri e austriaci lo faranno nei prossimi giorni.
Le temperature rigide di questo periodo, ideali per lavorare con il ghiaccio, e le novità tecniche studiate da Maurizio Gallo, responsabile della struttura di gara, fanno sì che ci si possa legittimamente attendere un'edizione dell'Ice Master 2009 molto interessante e spettacolare. Lla gara maschile della specialità "difficoltà" si svolgerà in due giornate: il sabato tutti gli atleti saliranno sulle due vie predisposte per questa prima fase eliminatoria e solo i primi sedici accederanno alle semifinali, dalle quali usciranno i nominativi dei magnifici otto che si contenderanno il successo nella finali di domenica. Le ragazze entreranno invece in azione il sabato pomeriggio.
«La struttura che abbiamo costruito quest'anno è stata modificata da quella utilizzata nel recente passato - spiega lo stesso Gallo - ed inoltre vi saranno passaggi più complessi. L'abilità degli atleti, che cresce senza sosta, ci costringe a studiare ostacoli sempre più impegnativi. Se lo scorso anno ogni climber doveva cimentarsi in tre vie da circa cinque minuti in ciascuna giornata di gara, questa volta ne troverà davanti a sé solo due, ma da circa otto minuti (con una pausa di altri otto fra la prima e la seconda)». Una semplificazione che permetterà al pubblico di concentrarsi su due soli atleti per volta, ma anche di assistere a prestazioni tecniche e fisiche al limite delle possibilità in questa disciplina e per questi campioni. Basti pensare che un solo atleta è riuscito a scrivere per due volte il proprio nome nell'albo d'oro di questa manifestazione e si tratta del fenomenale Harald Berger, primo nel 2005 e nel 2006, rimasto vittima di un tragico incidente mentre si allenava vicino a casa giusto due anni fa.
Come vuole la tradizione di questa manifestazione, alla quale il Comitato organizzatore lavora per un anno intero, alle evoluzioni degli atleti si affiancheranno le scalate di chi vuole apprendere o migliorare le tecniche utilizzate per salire sui pendii ghiacciati. Dal 16 al 25 gennaio in Valle di Daone ha infatti luogo anche La Sportiva International Ice Meeting, un vero happening d'arrampicata su ghiaccio giunto alla sua 11a edizione, che si svolgerà nella Valle alle porte del Parco naturale dell'Adamello Brenta grazie alla collaborazione delle Guide Alpine del Trentino "Friends of Arco". Tutti possono partecipare, anche chi si cimenta per la prima volta in questa divertente disciplina.

BY>Riccardo Milani