Dalle torri alle Alpi

Sabato, 13 Settembre, 2008 - 00:00
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!

Il programma “Dalle torri alle Alpi” del Cai di Chieri continua con iniziative culturali e una tappa in mountain bike.

Sabato scorso 13 settembre, in collaborazione con il Museo Nazionale della Montagna di Torino, si è aperta a Chieri la mostra fotografica di Michele Pellegrino, dedicata al Monte Bianco (sala espositiva “Il quadrato” via della Pace 8, aperta fino al 28 settembre, orario: venerdì 17 – 20, sabato 15 – 19, domenica 10 – 12,30 e 15 – 19). Presenti all’inaugurazione il sindaco Agostino Gay, che ha visitato l’esposizione guidato da Davide Manolino, profondo conoscitore del massiccio del Monte Bianco, la presidente del Cai di Torino Daniela Formica e una nutrita folla di soci e appassionati di montagna. Tutti sono stati suggestionati dalle luci e dalle ombre delle stampe in bianco e nero del fotografo di Chiusa Pesio, che offre interpretazioni originali e personali di angoli del massiccio, come documentazione non solo dei luoghi, ma anche della propria interiorità più profonda. Il sindaco si è dichiarato affascinato dalle immagini «che invogliano ad andare a contemplare dal vivo le montagne» e ha espresso parole di elogio per le iniziative del Cai.
Domenica 14, nonostante gli acquazzoni del sabato, si è portata a termine la penultima tappa, la numero 50, da Chivasso ad Airali, già sospesa per il maltempo ad aprile. Alla gita in mountain bike, svoltasi in collaborazione con la sezione del Cai di Chivasso, hanno partecipato in tutto nove cicloescursionisti. Il percorso è stato modificato leggermente, scegliendo un po’ più strade asfaltate e togliendo qualche tratto di sterrato, reso impraticabile dal nubifragio della notte precedente. Punto culminante della gita collinare è stata la cima del “Bosco del Vaj”, riserva naturale famosa per ospitare un discreto numero di alberi di faggio. Proseguendo nel percorso i cicloescursionisti sono saliti fino a Bardassano, dove hanno ammirato il castello, nascosto tra le case del paese. I cambiamenti nel percorso, pur offrendo un terreno più facile, hanno allungato l’itinerario, che alla fine è risultato di 33 chilometri complessivi con novecento metri di dislivello positivo.
Domenica prossima 21 settembre parte dei soci si sposterà in Valle di Gressoney, per la tappa 43, un itinerario ideato dalla Commissione Cultura, con l’adesione dell’alpinismo giovanile, in collaborazione con la sezione Cai di Pino Torinese. Si tratta di un giro ad anello ai piedi del Monte Rosa, attraverso tipiche borgate walser, con chiese affrescate e antichi “stadel”. Particolarmente interessante sarà la visita della frazione di “Alpenzu grande”, stabilmente abitata fino agli anni Settanta, con la grande fontana e il forno comunitari. Nella stessa giornata è previsto il completamento della tappa numero 30 con arrampicata sulle falesie di Pré de Bar, al fondo della Val Ferret.
Iscrizioni alle gite il mercoledì dalle 21 alle 23 al muro di arrampicata (scuola media Quarini, via Vittone 12, Chieri) e il giovedì dalle 21 alle 22.30 nella sede Cai, via Vittorio Emanuele 76, Chieri. Informazioni tel e fax 011 9425276. Calendario completo delle iniziative su www.caichieri.it e www.dalletorriallealpi.it

Contatto stampa: Oriana Pecchio 347 3217312