Attraversata dal Santuario Monte Croce al mare di Borghetto Santo Spirito

Ritratto di locontim
locontim
1 vote
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
30/04/2017
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
756 m
Quota di arrivo: 
0 m
Dislivello: 
165 m
Lunghezza*: 
8.50 km
Tempo di salita o complessivo*: 
4h00'

Introduzione

L’escursione è facile; l’unico disagio è nel dover usare due macchine. Si tratta di una gita molto panoramica con viste straordinarie, che si sviluppa lungo la cresta della dorsale che degrada lentamente verso il mare. Dal santuario, sono in corso dei lavori per un nuova costruzione che sarà pronta per il 2018.

Descrizione

Nei pressi dell’edificio Sacro, c’è pure  il forte del Poggio Grande (ma non si riesce a vedere essendo in corso un cosiddetto… WarGame…!).  Dal piazzale del santuario (luogo noto dal 1949), si imbocca sulla destra il sentiero che costeggia la struttura. All’inizio si è nel bosco, ma in breve si è allo scoperto. Si nota Balestrino sulla sinistra in basso e, lontana, si staglia l'isola della Gallinara. La via è segnalata da vecchi simboli Fie, a volte un po’ carenti, ma lo sviluppo del percorso è tale da non far sorgere dubbi… Si affronta così la cresta che con semplici saliscendi, tra radi alberi e molti prati e pascoli. Volgendosi indietro si ha un’ampia vista sul poggio Ceresa, facilmente raggiungibile dal Santuario in 40’,  e si intravede pure il luogo della partenza. Si incrociano poi un paio di caselle in pietra perfettamente conservate! Si ricalca abbastanza fedelmente lo spartiacque, raggiungendo la vetta dell’Acuto  747m (1h10'), in posizione privilegiata sulla Piana di Albenga, Toirano e la costa tra Loano e Borghetto. Più avanti spicca Peagna con il suo teatro all’aperto. Si attraversano vaste praterie di macchia mediterranea piacevolmente fiorite in primavera. Infatti, si incontra per tutto il giorno un mare di piantine di cisto rosso in fiore (è un arbusto sempreverde, da 30 cm ad 1 m, che fiorisce da marzo a giugno). Da  un colletto (478 m), la s’impenna, nell’unica impegnativa salita della giornata, e conduce sul monte Croce (541 m). In lontananza, si intravede San Pietrino e qui si fa la pausa pranzo (1h10).
Si riparte e sia  Ceriale che Borghetto S. Spirito sono, ora, più riconoscibili. Con un ripido sentiero, si perde quota fino alle antenne del monte Picaro (280 m), mentre tra la vegetazione sbuca la Torre del Castello Borelli. Nei pressi, c’è una bellissima cappelletta e un importante incrocio (45’). Si continuano a ricalcare i simboli Fie fino ad innestarsi nuovamente su un ampia pista. Dopo un ultima curva a gomito, si ignorano alcune tracce che precipitano a sinistra, fino ad bivio più evidente, dove si piega a sinistra, abbandonando i contrassegni rossi (30’).  Ad indirizzare (è il punto più complicato della giornata), c’è una freccia gialla bidirezionale che in breve porta vicino a delle case. Si sceglie, però, sempre il sentiero che, velocemente, sbuca da via Pascoli e poco sotto via Marexiano. Si va poi a sinistra per via Patriotti e subito dopo si ritrova l’auto (25’).  In definitiva: giornata discreta, un po’ fresca -  disl. +100 mt. -850 mt   Dif. T  per  circa 4h, camminando con la dovuta calma per godersi il tutto...

Foto gita:
http://cralgalliera.altervista.org/SantCroceBorghettoSpirito017.pdf
http://cralgalliera.altervista.org/altre2017.htm

NB: in caso di gita, verificare, sempre, con FIE, Cai, eventuale Ente parco o altre Istituzioni, pro loco, ecc., che non ci siano state variazioni che abbiano aumentato le difficoltà! Si declina ogni responsabilità. Il presente testo ha solo carattere puramente indicativo e non esaustivo.

Info Sezione Escursionismo Cral Galliera:  http://www.cralgalliera.altervista.org/esc.htm
gite 2017 al link:  http://www.cralgalliera.altervista.org/gite2017.pdf

Informazioni generali

Segnavia: simboli FIE
Tipologia percorso: traversata
Periodo consigliato: aprile, maggio, ottobre
Esposizione al sole: sud
Pericolo Oggettivo:
Tratti esposti:
Attrezzatura utile:
Acqua:

Riferimenti bibliografici

  •  

Accesso stradale

Si esce dal casello di Borghetto Santo Spirito e ci si dirige verso l’abitato. Si percorre via Michelangelo, si supera un distributore e una rotonda e, subito, a destra c’è una piazzola di parcheggio. Qui si lascia il primo mezzo (2,5km dallo svincolo). Con la seconda auto, si torna indietro e si prosegue per Toirano, dove, ad un bivio assai poco evidente, si svolta a sinistra verso Balestrino e Castelvecchio Rocca Barbena. Si continua fino al colle (14km dal posteggio – piloncino 5 della Sv44), dove si gira a sinistra su una buona sterrata che in meno di 2 km porta al Santuario di Monte Croce (756m).

Galleria fotografica

Monte Acuto: ci siamo stati!

Liguria: relazioni itinerari

  • Rifugio Malga Zanoni

    3/09/2017
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Monte Penna

    2/07/2017
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Monte Lavagnola

    28/05/2017
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Attraversata dal Santuario Monte Croce al mare di Borghetto Santo Spirito

    30/04/2017
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Monte Montarlone

    17/04/2017
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Rocca di Perti - Sentiero "Purchin"

    19/03/2017
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Monte Capo Noli

    12/03/2017
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Da Acquasanta a Riomaggiore

    24/02/2017
    Ritratto di locontim
    locontim
  • La ciclo-pedonale nell'estremo Ponente Ligure: da San Lorenzo al Mare ad Ospedaletti

    4/01/2017
    Ritratto di locontim
    locontim
  • La via delle Cappellette in Valbrevenna: da Carsi ad Avosso

    25/09/2016
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Anello da San Martino di Struppa a Canate

    26/06/2016
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Santuario di Caravaggio

    12/06/2016
    Ritratto di locontim
    locontim

Pagine

Borghetto Santo Spirito: per saperne di più...