Castello di Nus

Ritratto di massimo
massimo
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
6/11/2010
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
540 m
Quota di arrivo: 
683 m
Dislivello: 
143 m
Lunghezza*: 
2.60 km
Tempo di salita o complessivo*: 
0h40'
Tempo di discesa: 
0h20'

Introduzione

Breve passeggiata sulle alture di Nus. Questo itinerario circolare ci porta alla scoperta del Castello di Nus, edificio del XIV secolo abbarbicato sulla sinistra orografica del torrente di Saint-Barthélemy. L'itinerario è consigliabile nel periodo autunnale quando la frescura ed i colori della natura rendono molto suggestivo percorrere territori a media quota.

Descrizione

Imboccare Via Corrado Gex seguendo le indicazioni della palina segnaletica sino ad un bivio stradale: trascurare la strada a sinistra proseguendo diritti sino a portarsi all'inizio di una mulattiera. Risalire il breve tratto di mulattiera tra i vigneti sino ad incrociare una pista sterrata: attraversarla e superare un secondo tratto di mulattiera confluendo sulla strada regionale per Lignan. Attraversare la strada portandosi su di una pista che, volgendo verso sinistra, incontra un'edicola votiva. Imboccare la ripida mulattiera a destra che risale l'arido versante; il tratto di percorso fa parte del sentiero [103], la tratta della Via Francigena valdostana denominata anche Chemin des Vignobles. Seguendo la mulattiera si raggiunge una fascia boschiva, roverella, e poco dopo una caratteristica edicola votiva. Seguendo le indicazioni svoltare a sinistra imboccando una stradina asfaltata che in leggera discesa conduce a Prale dessous (). Proseguire diritti superando le abitazioni della frazione e, dopo una leggera piega verso destra, percorrere in discesa la stradina con il castello ormai in vista. In breve si raggiunge il Castello di Nus (683m, 0h40') pregevole edificio del XIV secolo non visitabile all'interno in quanto privato.
Seguendo le indicazioni della palina imboccare a sinistra una mulattiera che discende costeggiando la cinta muraria del castello; con alcune svolte si perde quota mentre si apre alla vista un piacevole panorama sulla cittadina di Nus. Raggiunta la strada asfaltata la si attraversa per riprendere la discesa sulla mulattiera che ritrova la stessa poco sotto. Riprendere ancora una volta la mulattiera che discende tra i vigneti e raggiunge la strada per Mazod nei pressi del ponte sul torrente di Saint-Barthélemy. Raggiunta la strada, svoltare a sinistra e discendere verso il centro di Nus lungo Via Corrado Gex e, svoltando a destra, Via Saint-Barthélemy. Raggiunta la via centrale svoltare a sinistra percorrendo il centro storico sino a raggiungere il punto di partenza dell'itinerario.

Informazioni generali

Via:
Segnavia:
Tipologia percorso: circolare
Periodo consigliato: marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre
Esposizione al sole: sud
Pericolo Oggettivo: nessuno
Tratti esposti: nessuno
Attrezzatura utile:
Acqua:

Riferimenti bibliografici

  • Andrea Zanotto, Castelli valdostani, Musumeci editore, Aosta, 1980

Accesso stradale

Galleria fotografica

Castello di Nus: ci siamo stati!

#escursioni in media Valle d'Aosta: relazioni itinerari

  • Bellecombe, sentiero 1

    11/10/2016
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Promiod, sentiero 6

    6/06/2015
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Col Marcage, da Bellecombe

    14/04/2013
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Rodoz, da Bellecombe

    14/04/2013
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Mont Avi

    14/04/2013
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Salèche

    26/06/2014
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Castello di Cly

    23/04/2014
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Borna da Ghiasa

    Ritratto di gian
    gian
  • Grande Chaux

    24/05/2003
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Grand Pays, da Fonteil

    28/05/2011
    Ritratto di giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Croce di Fana

    7/05/2011
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Necropoli di Vollein

    6/11/2010
    Ritratto di massimo
    massimo

Pagine

Nus: per saperne di più...

Pagine