Eremo Saint-Julien

Ritratto di inalto
inalto
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
1 232 m
Quota di arrivo: 
1 325 m
Dislivello: 
142 m
Lunghezza*: 
3.00 km
Tempo di salita o complessivo*: 
0h30'
Tempo di discesa: 
0h30'

Introduzione

Bella passeggiata lungo un sentiero che procede a mezza costa nel bosco con scorci sulla valle centrale e sul vallone di Clavalité. Lungo il percorso si potranno scorgere: la cappella ottagonale dedicata a San Grato ed infine l'eremo di Saint-Julien. La presenza di barriere nel tratto terminale dell'escursione rende più sicuro il percorso che, seppur ampio, è piuttosto esposto.

Descrizione

Lasciata l'auto si procede lungo una stradina sterrata pianeggiante che procede in direzione norde-est; dopo alcuni minuti si incontra un fontanile e, poco dopo, i casolari del villaggio di Coteau (1236 m, 0h05'): qui diparte, sulla destra, il sentiero Segnavia n°1 che attraversa alcuni ruderi e si inoltra nel bosco. Dopo aver incontrato un piccolo oratorio, si supera uno smottamento generato dall'alluvione del 2000 e si procede in leggerissima salita in un bel bosco prevalentemente di Pino silvestre. Dopo circa un quarto d'ora di cammino ombreggiato si raggiunge un piccolo colletto con suggestive vedute sulla non lontana Punta Charmontane; poco dopo si incontra una passerella in legno che sostituisce un precedente ponte: a circa metà ponte si potranno scorgere le iniziali del costruttore e la data di costruzione scolpite sulla roccia (24/07/1634). Una volta attraversato il ponte si percorre un breve tratto pianeggiante che ci porterà alla cappella di San Grato (1374 m, 0h20').
A questo punto inizia la discesa. Si procede incontrando i ruderi di un edificio abitato da eremiti nel corso del XVIII secolo poi si percorre un tratto un po' ripido protetto da barriere in legno: in effetti questo tratto senza di esse potrebbe essere abbastanza vertiginoso! Infine si passa ai piedi di alcune interessanti falesie e si raggiunge il bianco eremo di Saint-Julien (1325 m, 0h30').
Una volta giunti all'eremo potrete lasciare un vostro messaggio, desiderio o saluto nel quaderno che troverete all'interno.
La discesa si svolge sullo stesso itinerario dell'andata.

Curiosità

Nei secoli passati questa zona era abitata da eremiti che in questo ambiente suggestivo trovavano la loro pace interiore. Appena superata la cappella di Saint-Grat si può svoltare a sinistra ove si incontra un punto panoramico privilegiato sull'eremo e sul sottostante vallone di La Clavalité.

Collegamenti esterni

Informazioni generali

Via:
Segnavia: -
Tipologia percorso: a/r
Periodo consigliato: aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Pericolo Oggettivo:
Esposizione al sole:
Tratti esposti:
Acqua:

Riferimenti bibliografici

  • Berutto G., Fornelli L., Emilius Rosa dei Banchi Parco del Mont Avic, Guida dei Monti d'Italia, CAI-TCI, Milano, 2005

Accesso stradale

Galleria fotografica

Eremo di Saint-Julien: ci siamo stati!

#escursioni in media Valle d'Aosta: relazioni itinerari

  • Mont de Corquet

    25/06/2005
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Col de Joux

    Ritratto di massimo
    massimo
  • Bivacco Federigo Zullo

    Ritratto di massimo
    massimo
  • Grand Pays, da Clemenceau

    Ritratto di ivano_ruffoni
    ivano_ruffoni
  • Mont Emilius

    25/09/2004
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Becca de Viou, da Blavy

    Ritratto di massimo
    massimo
  • Cappella di Saint-Evence

    3/05/2003
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Becca d'Aver

    2/06/2009
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Cima Longhede

    2/06/2009
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Lago di Villa, da Barmachande

    Ritratto di massimo
    massimo
  • Mont Barbeston

    Ritratto di massimo
    massimo
  • Lago Chamolé

    Ritratto di vittorio
    vittorio

Pagine

Fénis: per saperne di più...

Pagine

Commenti

Pagine