Lago Morto

Ritratto di ivano_ruffoni
ivano_ruffoni
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
1 960 m
Quota di arrivo: 
2 850 m
Dislivello: 
890 m
Tempo di salita o complessivo*: 
2h30'
Tempo di discesa: 
1h45'

Introduzione

Un'interessante escursione in un angolo della Valpelline non molto frequentato. Grandiosi panorami sul lago di Place Moulin.

Descrizione

Lasciata l'auto nel parcheggio nei pressi della diga di Place Moulin ci si incammina sulla strada interpoderale di sinistra (7) che conduce, dopo tre tornanti, all'imbocco di una galleria. Si abbandona la strada per seguire una traccia di sentiero, ben evidente, che si stacca sulla destra della galleria. Il sentiero si inerpica ripidamente fra reti metalliche e paravalanghe fino a raggiungere i resti dell'Alpe la Mea (2320m). Con pendenza meno accentuata si risale fino all'Alpe Les Seyteves (2455m). Durante questo tratto il panorama sul bacino di Place Moulin è incomparabile. Ad est è ben visibile anche la Dent d'Hérens. Più su il sentiero procede al centro di un valloncello, si traversa un torrente, e si arriva in breve alle quattro case di Plan di Vaiun (2578m). Ora verso sud è ben visibile la Becca di Luseney. Successivamente il sentiero costeggia una cascata dell'emissario del Lac Long (2720m). Arrivati al Lac Long, il sentiero lo aggira a sinistra (destra orografica). Attraverso una ripida salita si raggiunge il Lac Mort (2850m). Nei pressi del lago è ben visibile la catena rocciosa che va dalla Becca Bovet alla Punta Gerlach.
La discesa si svolge sullo stesso itinerario della salita.

Autore

  • Consulta tutte le relazioni di escursionismo di Ivano Ruffoni
  • Consulta la pagina di [[Ivano Ruffoni]]

Bibliografia

  • Luca Zavatta, [[Gran San Bernardo Valpelline e Conca del Fallère]], Rimini, 2004

Cartografia

  • Escursionista Editore, [[Valpelline e Saint-Barthélemy]], Carta dei Sentieri 1:25000, Rimini, 2005

Lago Morto Bionaz: ci siamo stati!

  • Punta Gerlach

    31/07/2010
    Ritratto di massimo
    massimo