Mont de Corquet

Ritratto di massimo
massimo
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
25/06/2005
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
1 615 m
Quota di arrivo: 
2 530 m
Dislivello: 
915 m
Lunghezza*: 
11.62 km
Tempo di salita o complessivo*: 
3h00'
Tempo di discesa: 
2h00'

Introduzione

Il Mont de Corquet è posto sulle alture meridionali del comune di Saint-Marcel e rappresenta un interessantissimo punto panoramico al centro della Valle d'Aosta: dal Monte Bianco al Monte Rosa senza soluzione di continuità.

Descrizione

Si incomincia a camminare da le Druges Altes (1615m): nei pressi di un fontanile parte una stradina agricola che attraversa le abitazioni ristrutturate che in breve conduce ad una edicola votiva dedicata a Saint-Bernard. Si prosegue diritti costeggiando alcuni orti ed entrando nel fitto bosco di larice ed abete rosso; dopo un paio di brevi tornanti, dove la stradina diviene più ripida, ci si immette sulla strada poderale (1665m, 0h10') che seguiremo sino a Prapremier. Dopo un breve tratto pianeggiante si superano un paio di tornanti e si incontra un piccolo chalet in legno (1700m, 0h10'); si prosegue nel bosco percorrendo un tratto rettilineo sino a raggiungere una palina: qui la strada vira a destra e raggiunge in breve i caratteristici alpeggi di Fontaine Froide (1815m, 0h30'): da questo incantato angolo alpestre si può godere di uno splendido panorama sul Cervino ed il massiccio del Monte Rosa. Si superano i casolari con una svolta a sinistra, si entra nel bosco continuando a salire sino a raggiungere una piccola radura pianeggiante ove si incontra una palina in legno indicante l'alpe Bren: da qui si incomincia ad intravedere la nostra meta. Si procede ora lungo un tratto rettilineo che in breve raggiunge nuovamente dei pascoli, qui si apre magnificamente il panorama sulle lontane cime orientali della valle de La Clavalité: un breve tratto di ripida salita ci conduce all'alpe Bren (1960m, 0h45') ed il suo caratteristico Cristo in legno.
Superato il villaggio si prosegue sempre lungo la strada in leggera salita sino a raggiungere i casolari di Prapremier (2011m,1h00').
All'altezza del fontanile si incontra una palina indicante il Mont de Corquet, si svolta a destra e si risale un breve tratto di pascolo gibboso sino a raggiungere l'alpeggio soprastante; qui il sentiero vira leggermente a destra sino ad incontrare un bivio poco evidente prima di entrare nel bosco: si svolta a sinistra e si inizia a risalire il sentiero per il Tramail della Rossa. Tra larici sparsi e macchie di rododendri si procede a mezza costa in moderata salita; superato un canalone si inizia a salire un ripido tratto che in breve raggiunge il bivio per il Mont de Corquet (2180m, 1h30'): si trascura il sentiero che prosegue sulla sinistra per il Tramail della Rossa e si supera un cancelletto di sbarramento per il bestiame. Il sentiero si fa ripido ed abbandona lentamente il bosco con gli ultimi larici; si raggiunge un piccolo pianoro con fonte e si taglia il pascolo con una breve diagonale verso destra (in questo tratto non vi è sentiero, comunque vi sono dei bolli gialli evidenti su dei sassi). Ripreso il sentiero si vira a sinistra inserendosi in un piccolo avvallamento; si passa sotto un contrafforte roccioso sino a raggiungere un breve pianoro sotto il colletto, si risale infine un ultimo pendio erboso e si raggiunge infine il col de Crotey (2434m, 2h00'). Il sentiero ora volge a destra passando in mezzo ad alcuni imponenti roccioni che accompagnano il sentiero lungo il primo tratto della "cresta" spartiacque tra il vallone di Saint-Marcel ed il vallone de La Clavalité. Si passa lungo una piccola cengia, leggermente esposta, e si perviene sull'ampio panettone sommitale: superati i resti di un antico ricovero si procede praticamente in piano su di una bellissima prateria al cospetto delle Alpi Pennine. Un ultima piccola salita e si raggiunge la vetta del Mont de Corquet (2530m, 2h30'), riconoscibile per via di una croce in legno.
Il ritorno si effettua sullo stesso itinerario dell'andata.

Per gli amanti delle fotografie panoramiche ecco un punto dove trovare grandi soddisfazioni: il panorama dal Monte bianco al Monte Rosa è decisamente straordinario!

Informazioni generali

Via:
Segnavia:
Tipologia percorso:
Periodo consigliato:
Esposizione al sole:
Pericolo Oggettivo:
Tratti esposti:
Attrezzatura utile:
Acqua:

Riferimenti bibliografici

  • Giulio Berutti e Lino Fornelli, Emilius Rosa dei Banchi Parco M.Avic, Guida dei Monti d'Italia, CAI e TCI, Milano, 2005

Accesso stradale

Galleria fotografica

Mont de Corquet: ci siamo stati!

#escursioni in media Valle d'Aosta: relazioni itinerari

  • Bellecombe, sentiero 1

    11/10/2016
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Promiod, sentiero 6

    6/06/2015
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Col Marcage, da Bellecombe

    14/04/2013
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Rodoz, da Bellecombe

    14/04/2013
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Mont Avi

    14/04/2013
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Salèche

    26/06/2014
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Castello di Cly

    23/04/2014
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Borna da Ghiasa

    Ritratto di gian
    gian
  • Grande Chaux

    24/05/2003
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Grand Pays, da Fonteil

    28/05/2011
    Ritratto di giancarloberetta
    giancarloberetta
  • Croce di Fana

    7/05/2011
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Necropoli di Vollein

    6/11/2010
    Ritratto di massimo
    massimo

Pagine

Saint-Marcel: per saperne di più...