Mont Glacier

Ritratto di massimo
massimo
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Difficoltà: 
T3
Quota di partenza: 
2 107 m
Quota di arrivo: 
3 186 m
Tempo di salita o complessivo*: 
3h00'
Tempo di discesa: 
2h00'

Difficoltà: Medi Camminatori Facile (MCF) fino al col Fussy: dal colle alla punta il percorso è un po' più difficile.
Periodo consigliato: luglio, agosto, settembre
Quota del punto di partenza: 2097 m
Dislivello: 1089 m
Quota del punto di arrivo: 3186 m
Accesso al punto di partenza: Da Aosta
Uscita: Verrès -> Hône -> Champorcher
Da Torino
Uscita: Pont St.Martin -> Hône -> Champorcher

Introduzione

Chi ha visitato la valle di Champorcher sicuramente si sarà imbattuto in questa montagna. Un tremila raggiungibile senza grosse difficoltà ma comunuqe da non sottovalutare: è pur sempre un tremila. La salita presenta alcune piccole difficoltà nel tratto terminale, accentuate in condizioni meteo non ottimali.
In vetta il panorama è semplicemente stupendo.

Descrizione

Raggiunta la località di Dondena (2107 m) si deve lasciare l'automobile: da questo punto in avanti la strada ha il divieto di transito e quindi bisogna proseguire a piedi.
Lasciato il parcheggio si discende la strada poderale sino al ponte in cui si attraversa il torrente Ayasse, da qui la strada riprende a salire e in circa 15 minuti di cammino si raggiunge il Rifugio Dondena. Dal rifugio si intravede la nostra meta e il vicino Mont Delà (3139 m). Lasciato alle nostre spalle il rifugio continuiamo a marciare sulla strada poderale che normalmente porta al Lago Miserin. Dopo circa 45 minuti di cammino si raggiunge una radura, il torrente Ayasse si allarga e si lascia attraversare su un ponticello di legno che troveremo sulla nostra destra. Per non sbagliarsi, questo passaggio è segnalato.
Attraversato il ponte si prosegue sul sentiero , indicato come tale solo all'inizio: durante l'ascensione si incontreranno solo frecce gialle fino al Col Fussy. Dopo qualche decina di metri dal ponte, su un masso, sono indicate due direzioni: prendendo quella a sinistra, che attraverserà la radura, si imboccherà il sentiero normale, mentre, per i più frettolosi o amanti della camminata sul ripido, sulla destra si imboccherà la scorciatoia.
Seguendo il sentiero normale si attraverserà il pendio fino al Lago Gelato con ampi zig-zag che riducono notevolmente la pendenza di marcia ma che allungano considerevolmente i tempi di percorrenza. Dopo circa 1h50', dopo aver superato un piccolo vallone si raggiunge il Lago Gelato (o Lac Gelé) a 2824 m di quota. Superato il lago, in circa 10 minuti si raggiunge il Col Fussy (2910 m), qui troviamo l'indicazione del sentiero che ci condurrà in vetta al Mont Glacier. Dal Colle si può anche tentare l'ascesa del Mont Delà (3139 m) ma è bene ricordare che per raggiungere la vetta non vi è un sentiero battuto. Inoltre, dal Cole Fussy si può ridiscendere nel vallone della Clavalité.
Dal Colle si imbocca sulla destra il sentiero, : il sentiero è abbastanza evidente ma attraversa sfasciumi e, ad inizio stagione, è facile incontrare molta neve. Per la risalita dell'ultimo tratto si impiega circa un'ora.
Dalla vetta si può godere di un panorama impareggiabile: a Nord-Est possiamo ammirare tutto il comprensorio del Parco Regionale del Mont Avic, con i suoi vari laghi; a Sud e Sud-Ovest una splendida vista sulla valle di Champorcher e sul Lago Miserin e sulla Rosa dei Banchi. Ma anche il panorama su tutti le cime più importanti della Valle d'Aosta è considerevole.
La discesa si effettua sullo stesso sentiero della salita.

Galleria fotografica

Il Mont Glacier da Dondena In vetta! Il Lago Gelato