Praz Orsie

Ritratto di massimo
massimo
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Quota di partenza: 
1 300 m
Quota di arrivo: 
1 794 m
Dislivello: 
494 m
Tempo di salita o complessivo*: 
1h00'
Tempo di discesa: 
1h00'

Introduzione

Breve passeggiata all'interno del Parco Regionale del Mont Avic. Il percorso si snoda sul versante meridionale del Mont Barbeston su un comodo sentiero che permette di gustare appieno le peculiarità naturalistiche dell'area protetta. L'arrivo e la sosta a Praz Orsie permette di godere di un punto di vista privilegiato sul territorio dell'Avic.

Descrizione

Lasciata l'automobile ci si incammina su una bella stradina lastricata, segnavia (5C) che costeggia la caratteristica chiesetta del villaggio di Veulla; dopo alcune centinaia di metri la stradina diviene sterrata e prosegue in direzione ovest, in leggera pendenza, puntando verso l'acuta sagoma del Mont Avic. Dopo aver attraversato un ponticello in legno si risale un breve tratto di strada sino a raggiungere Crest (1365m, 0h10'): da qui diparte il sentiero (7) che conduce a Praz Orsie (1794m) e al Mont Barbeston (2483m).
Si inizia a risalire il sentiero che si addentra subito nel caratteristico bosco a prevalenza di Pino silvestre (Pinus sylvestris); il primo tratto è abbastanza ripido e permette di guadagnare subito quota. Superato il primo tratto di bosco si entra in un piccolo avvallamento disboscato che precede l'attraversamento del Ru Chevrère (1512m, 0h30'). La salita preosegue incontrando lo spiazzo di un'antica carbonaia (1568m, 0h35'); dopo un breve tratto di salita, il sentiero vira verso sinistra perdendo di ripidità, lentamente si aprono interessanti scorci sul sottostante vallone del Chalamy. La meta si avvicina, si esce dal bosco attraversando un antico balcone glaciale ormai ricoperto dai pascoli ed in breve si raggiunge il bivio per il Mont Barbeston (1780m, 0h55'): si trascura il sentiero che diparte a destra e, continuando diritto, si raggiunge Praz Orsie (1794m, 1h00') e i suoi caratteristici rustici ristrutturati.
Praz Orsie merita una sosta per godere del panorama su buona parte del territorio del Parco, sul Mont Avic e sui lontani monti della bassa Val d'Ayas: a tal scopo, poco sopra il villaggio, è presente una tavola orientativa triangolare che facilita il riconoscimento delle vette.
Per la discesa si procede seguendo il sentiero (7A) per la località detta Magazzino, la cui partenza è indicata da una palina. Dopo un paio di svolte si vira a destra attraversando una distesa prativa inclinata. Ci si addentra nel bosco e con una serie di svolte si raggiunge nuovamente l'attraversamento del Ru Chevrère su di un ponticello in legno (1555m, 1h20'); si prosegue la discesa costeggiando un paio di grandi pietraie e si raggiunge la località Magazzino (1461m, 0h35'). Ora non resta che rientrare al punto di partenza seguendo la comoda stradina poderale che, in leggera discesa, conduce al villaggio di Vëulla e quindi al punto di partenza (1300m, 2h00').

Lungo l'itinerario sono presenti alcune paline informative poste dall'Ente Parco per accrescere le proprie conoscenze in termini naturalistici, storici e con qualche interessante curiosità.

Bibliografia

Cartografia

  • Valle di Champorcher Parco del Mont Avic, Carta dei sentieri foglio 11, 1:25000, L'Escursionista Editore, 2008