Punta Martin

Ritratto di massimo
massimo
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
29/04/2006
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
7 m
Quota di arrivo: 
1 001 m
Dislivello: 
994 m
Lunghezza*: 
17.60 km
Tempo di salita o complessivo*: 
3h15'
Tempo di discesa: 
2h00'

Introduzione

Lunga sgroppata tra mare e monti sino a raggiungere la Punta Martin. La salita con 1000m di dislivello permette di apprezzare la morfologia del territorio ligure passando dalla costa alle alture appenniniche che ne fanno da cornice. L'itinerario proposto è interessante anche per il fatto che parte dal centro di Voltri.

Descrizione

Lasciati i mezzi pubblici o l'auto ci si incammina nel Viale delle Rimembranze dove si incontra subito la segnaletica del sentiero E1: si tratta di un tratto dell'European Long Distance Path che collega vari sentieri tra il Mare del Nord ed il Mar Mediterraneo. Si risalgono alcune viuzze sino a fuoriuscire dal centro abitato di Pegli. Si lasciano le stradine asfaltate e si incomincia a percorrere un ampio sentiero in terra battuta. Superato un tratto gradinato si ritorna sulla strada asfaltata sino a raggiungere una sbarra che ne occlude il traffico stradale. Si entra ora in una macchia boschiva (reduce da un recente incendio ai tempi del rilievo n.d.r.) e con una serie di ampie svolte si prende quota mentre si incominciano ad apprezzare piacevoli scorci sul Mar Ligure e sull'entroterra rurale. Si raggiunge il Pian delle Monache mentre la fascia boschiva si fa più rarefatta. La salita procede ora in ambiente più brullo e si incomincia ad intravvedere la Punta Martin sullo sfondo. Si procede sempre sull'ampio sentiero ben segnato tenendosi su un crinale poco accennato; riprendono le svolte sino a raggiungere il culmine del Monte Riondo (713m, 1h40'), che come si deduce dal toponimo ha una forma arrotondata e poco evidente: qui si incontra un bivio, trascurare il sentiero a sinistra e procedere diritti entrando in una zona con tratti rocciosi che sono agevolmente attraversati dal comodo sentiero. Dopo una serie di lunghi traversi si raggiunge il culmine del Monte Fontana Buona (966m) dove si incontra una fontanella per il rifornimento di acqua. La pendenza si riduce e si procede ora per un tratto rettilineo sul sentiero che diviene sempre più largo. Si svolta a sinistra puntando verso un grande ometto in pietra: ora la vetta è ben visibile, si supera una depressione che fa perdere alcune decine di metri per poi risalire in pochi minuti verso la vetta della Punta Martin (1001m, 3h15').
La vetta è estremamente panoramica anche se le condizioni meteo spesso sono variabili. Il colpo d'occhio è notevole sia sulla costa che sull'entroterra.
La discesa avviene sul medesimo sentiero percorso in salita (2h00').

Informazioni generali

Via:
Segnavia: -
Tipologia percorso: circolare
Periodo consigliato:
Pericolo Oggettivo:
Esposizione al sole:
Tratti esposti:

Riferimenti bibliografici

  • Genova, Varazze, Ovada, Foglio 16, scala 1:50.000, Istituto Geografico Centrale

Accesso stradale

Galleria fotografica

Punta Martin: ci siamo stati!

#escursioni nell'Appennino Ligure: relazioni itinerari

  • Sentiero Verde-Azzurro: Sturla-Nervi

    9/12/2018
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Monte Gazzo

    18/11/2018
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Monte Aiona

    21/10/2018
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Monte Gifarco e Monte Roccabruna

    14/10/2018
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Rifugio Argentea, da Pra Riondo

    23/09/2018
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Cappella delle Lame

    30/09/2018
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Monte Oramara e Monte Dego

    3/06/2018
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Rifugio Malga Zanoni, anello breve della Scaletta

    17/06/2018
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Monte Antola, da Bavastrelli

    20/05/2018
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Monte Liprando

    1/11/2017
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Rifugio Malga Zanoni

    3/09/2017
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Monte Penna

    2/07/2017
    Ritratto di locontim
    locontim

Pagine

Genova: per saperne di più...