Ru Courtaud

Ritratto di massimo
massimo
1 vote
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
7/06/2014
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
1 905 m
Quota di arrivo: 
2 022 m
Dislivello: 
170 m
Lunghezza*: 
10.90 km
Tempo di salita o complessivo*: 
1h30'
Tempo di discesa: 
1h10'

Introduzione

Il Ru Courtaud è un ruscello, ma lo si può tranquillamente definire un vero e proprio bene culturale. Esistono documenti che fanno risalire l'inizio della sua costruzione addirittura al 1393. Nel corso degli anni è stato uno strumento fondamentale per lo sviluppo agricolo della collina di Saint-Vincent e, solo in tempi recenti, è divenuts un'amens attrazione turistica. L'itinerario qui descritto permette di andar alla scoperta di questa "grande opera" di oltre 600 anni fa.

Descrizione

0h00' Dopo aver lasciato l'auto nell'ampio parcheggio di Barmasc, dirigersi verso la barra che impedisce il traffico veicolare. Imboccare la stradina sterrata che attraversa l'area attrezzata di Barmasc ed iniziare a salire l'unica asperità dell'itinerario immersi nel bosco di abete rosso sino a raggiungere l'amena radura di Pian Tchantchavellà ove scorre placido il Ru Courtaud.
0h10' All'altezza di una palina si incontra il ru e si svolta a destra seguendo le indicazioni per il sentiero (5), abbandonare la pista ed imboccare il comodo sentiero che costeggia il ruscello. Inizia il percorso pianeggiante, addentrandosi subito nel bel bosco di abete e larice. Il sentiero segue fedelmente il sinuoso andare del corso d'acqua, accompagnato ogni tanto da qualche panca in legno utile a godersi la quiete del luogo.
0h20' Il sentiero esce dal bosco e raggiunge il bivio per il rientro al parcheggio di Barmasc, da trascurare ora, ma verrà utile al rientro. Proseguire ora in campo aperto passando al di sopra dei ruderi di Chavannes e, poco oltre, al di sotto dell'agglomerato ove è ubicato l'agriturismo Corneil. Dopo aver apprezzato alcuni interessanti scorci sulla Testa Grigia e altre vette sul versante orientale della Val d'Ayas, si rientra nel bosco percorrendo un lungo tratto ombreggiato prima di uscire nuovamente in campo aperto nei pressi di Granon ove il sentiero diviene per un breve tratto una strada sterrata (1983m) e il panorama si apre sul non lontano massiccio del Monte Rosa.
1h00' Abbandonare la pista e riprendere il sentiero, sempre costeggiando il ru. Proseguire tra radi larici prima di entrare in una macchia boscosa ove è ubicata una casetta in muratura che nel passato era il luogo di ristoro dei guardiani del ru. Continuare sul sentiero che in questo tratto si restringe un po' per poi riallargarsi quando esce negli ampi pascoli di Metsan. Ormai fuori dal bosco proseguire sino ad incontrare il pittoresco sentiero di accesso all'agriturismo, costituito da due lunghe ringhiere parallele. Svoltare a destra e risalire il pascolo sino a raggiungere l'agriturismo "La Tschavana" (2022m).
1h30' Iniziare il rientro procedendo lungo la strada poderale di accesso all'agriturismo sino a ritornare al ru nei pressi di Granon. Seguire ora a ritroso il percorso fatto all'andata sino a Chavannes, ove si svolta a destra discendendo dapprima un sentiero, poi una pista sino al parcheggio di Barmasc (2h40').

Informazioni generali

Segnavia: (5)
Tipologia percorso: parzialmente circolare
Periodo consigliato: giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Esposizione al sole: est

Riferimenti bibliografici

  •  

Accesso stradale

Dall'uscita del casello autostradale A5 di Verrès si seguono le indicazioni per Champoluc e Brusson e dopo aver attraversato parte dell'abitato di Verrès ci si immette sulla strada regionale che risale tutta la valle di Ayas, si supera Brusson e si raggiunge il bivio per Antagnod: si svolta a sinistra e si inizia a percorrere la strada sino ad Antagnod ove, poco dopo il centro abitato, si svolta nuovamente a sinistra in direzione di Barmasc. Si risale la stretta stradina sino a raggiungere un ampio parcheggio ove è possibile lasciare l'auto.

Galleria fotografica

Ru Courtaud: tracce GPS

  • Ru Courtaud

    7/06/2014
    Ritratto di massimo
    massimo

Ru Courtaud: ci siamo stati!

  • Ru Courtaud

    7/06/2014
    Ritratto di massimo
    massimo

#escursioni in Val d'Ayas: relazioni itinerari

  • Castello di Graines

    15/05/2016
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Ru Courtaud

    7/06/2014
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Mont Zerbion, da Barmasc

    30/08/2014
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Rifugio Ferraro

    Ritratto di massimo
    massimo
  • Monte Croce

    Ritratto di massimo
    massimo
  • Punta della Regina

    Ritratto di massimo
    massimo
  • Salomon

    Ritratto di massimo
    massimo
  • Punta Valnera

    Ritratto di inalto
    inalto
  • Mont Bieteron

    8/10/2006
    Ritratto di massimo
    massimo
  • Col Dondeuil

    29/05/2005
    Ritratto di ivano_ruffoni
    ivano_ruffoni
  • Rifugio Guide di Ayas

    Ritratto di gian
    gian
  • Rifugio Arp

    Ritratto di massimo
    massimo

Pagine

Ayas: per saperne di più...

Pagine