Valle Soana, Valle di Ribordone, Valle di Locana

0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Ritratto di massimo
massimo

 


Autore: 

L'escursionista editore

Monti editore
Collana: 

Carta dei sentieri del Piemonte e Valle d'Aosta

Anno di pubblicazione: 

2010

Lingua: 

Italiano

Inglese
Francese
Tedesco
N° Pagine: 

1

Prezzo: 

8.00€

All'altezza di Pont+Canavese vi è la confluenza dei corsi d'acqua della Valle dell'Orco e della Val Soana. E' proprio questa zona ad essere trattata nella nuova opera cartografica realizzata in coedizione da L'escursionista editore e Monti editore.
Il foglio, disegnato come sempre con estrema cura, raccoglie i rilievi fatti dagli editori e da alcuni importanti collaboratori, grandi conoscitori del territorio delle vallate.

Il territorio compreso nel foglio forse non è dei più noti, spesso si tende a percorrere interamente la SP50 e raggiungere Ceresole Reale, ma è sicuramente degno di un escursionismo introspettivo.
Cominciando dalla Val Soana, splendida vallata con un universo fatto, nella parte più bassa, di villaggi ormai disabitati e, nella parte alta dai classici ambienti montani immersi nel Parco nazionale del Gran Paradiso. La cartina permette di scoprire interessanti itinerari di vetta, ma anche piacevoli traversate sui colli che separano questa valle con le valli di Cogne e Champorcher ed infine una serie notevole di sentieri, mulattiere e passaggi che costituivano un'importante reticolo viario di collegamento tra i numerosi villaggi che popolano le quote più basse.
La valle di Ribordone, nota soprattutto per il Santuario di Prascondù, cela numerosi sentieri che la connettono bene sia con la Val Soana che con la valle di Locana. La vetta di riferimento è sicuramente il Monte Colombo, ardita vetta con accesso comunque escursionistico.
Infine la valle di Locana o meglio la rete di valloni che confluisce nella bassa valle dell'Orco: dal lunghissimo vallone d'Eugio alla Valsoera.
Ad integrare la cartina vi è anche un piccolo inserto, curato da Luca Zavatta e Marco Blatto, che descrive un trekking da sei giorni che attraversa questi splendidi luoghi con grandi scorci panoramici su vette minori, ma sono di nome.
Insomma, la cartina ed il suo inserto aiutano a conoscere meglio questo territorio e ad andare alla scoperta di luoghi desolati che però trasudano di storia normale, di gente di montagna che con la fatica ha cercato di convivere con un territorio non facile.

Carta dei sentieri del Piemonte e Valle d'Aosta

  1. Monte Bianco, Courmayeur
  2. La Thuile, Piccolo San Bernardo
  3. Valgrisenche, Val di Rhêmes, Valsavarenche ovest
  4. Conca+di+Aosta,+Pila+Mont+Emilius
  5. Gran San Bernardo, Ollomont
  6. Valpelline+Saint-Barthélemy
  7. Valtournenche, Monte Cervino e Val d'Ayas ovest
  8. Val d'Ayas, Val di Gressoney e Monte Rosa
  9. Valsavarenche+Gran+Paradiso
  10. Valle+di+Cogne
  11. Valle di Champorcher Parco del Mont Avic
  12. Basse Valli d'Ayas e Gressoney
  13. Saint-Barthélemy+Valle+Centrale
  14. Valle dell'Orco Gran Paradiso
  15. Val+Soana,+Valle+di+Ribordone,+Valle+di+Locana
  16. Dora+Baltea+Canavesana