Valtournenche

0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Ritratto di maurizio
maurizio

E' il comune principale della vallata del Cervino; è suddiviso in numerosi villaggi: il capoluogo, Paquier, si trova a 1528 m s.l.m. Le prime tracce di insediamenti umani risalgono addirittura alla preistoria, ma è nel medioevo che la zona acquista una sua prima rilevanza: infatti nel XII e nel XIII secolo il colle del Teodulo, posto a quota 3322 m, era percorribile anche dalle mandrie, con il conseguente afflusso di buona parte del traffico commerciale che interessava la Valtournenche, la valle di Ayas e quella di Gressoney e le corrispondenti vallate svizzere sul versante opposto delle Alpi.

Ma è la storia dell'alpinismo legata alla conquista della vetta del Cervino a lanciare il comune di Valtournenche tra le grandi stazioni turistiche alpine. La prima dell'inglese Whymper, che ha preceduto di due giorni il valdostano [[Jean-Antoine Carrel]], ed il conseguente fiume d'inchiostro versato sulla vicenda hanno fatto conoscere la conca del Breuil fin dal 1865. L'anno dopo nasceva il primo albergo dove poi sarebbe cresciuta la discussa stazione sciistica di Cervinia. E' la "frazione" di Valtournenche diventata più famosa del suo capoluogo: 1934 costruzione della strada carrozzabile; 1936 primi impianti di risalita; secondo dopoguerra urbanizzazione selvaggia. Ora il Breuil è diventato "Cervinia", una cittadina dalla dubbia estetica, ma con un comprensorio sciistico che conta 400 km di piste, sempre molto ben tenute e tra le meglio innevate della Valle d'Aosta, praticabili in parte anche in estate grazie agli accordi con la vicina stazione svizzera di Zermatt.